Uno sguardo al [Pioneer]

Ciao  a tutti e ben ritrovati su Magic Titans!

Come ben saprete, il 21 Ottobre è stato annunciato un nuovo formato: Pioneer. Esso includerà tutte le espansioni uscite da Return to Ravnica in poi senza subire rotazioni (Master Set e prodotti speciali esclusi ovviamente) e nasce forte del supporto da parte della Wizards, infatti già da inizio 2020 si terranno alcune Magic Fest (gli ex Grand Prix per intenderci) in questo formato.

Si presenta come un ibrido tra Modern e Standard, andando a coprire un lasso temporale di circa 6 anni e dando una seconda vita a quelle carte e a quelle meccaniche che una volta ruotate fuori dallo Standard sono cadute un po’ nel dimenticatoio. La cosa interessante è che la banlist iniziale include solo le 5 fetch stampate in Khans of Tarkir: si potranno dunque giocare carte che nell’ultimo periodo hanno subito il ban in Modern o in Standard, come Aetherworks Marvel, Deathrite Shaman, Dig Through Time , Felidar Guardian ed il freschissimo Field of the Dead, solo per citarne alcune.


Aetherworks Marvel, bannata in Standard nel Giugno 2017

Andiamo a dare uno sguardo più da vicino a quali potranno essere le caratteristiche che andranno a definire questo formato, partendo dalla manabase.

Le 10 Shockland sono legali, e saranno sicuramente la colonna portante di ogni manabase che si rispetti, creando fondamenta solide per giocare tranquillamente due o tre colori. Saranno seguite a ruota dalle 10 Checkland, per completare un reparto fixing già niente male, che potrà contare anche sui 10 templi, 5 painland, 5 fastland e 5 terre animabili dei colori nemici, 5 Shadowland, 5 terre Ciclo bicolor e 5 Battle lands dei colori amici.

Qui sopra alcune delle terre che potranno essere usate per ottimizzare la manabase in Pioneer.

Le manabase più ardite (quelle oltre i 3 colori) avranno anche il nuovo Fabled Passage, oltre a Mana Confluence, Spire of Industry come terre in grado di cercare o produrre il mana del colore giusto.

Passiamo ora a quelli che potranno essere gli archetipi più utilizzati sulla base di quello che è stato lo Standard negli ultimi anni.

Partendo dagli aggro, impossibile non citare il sempre presente mono rosso, vera powerhouse del precedente standard dove aveva già carte dal power level molto elevato come Bomat Courier e Soul-Scar Mage, e che potrà beneficiare di carte che sono sempre giocate in questo archetipo come Monastery Swiftspear, Eidolon of the Great Revel e Skullcrack. Aggiungendo una spolveratina di bianco sarà inoltre possibile andare ad utilizzare Boros Charm e Deflecting Palm, carte ben note e già molto utilizzate anche in Modern e Legacy.

Attenzione anche al ritorno di Arclight Phoenix che, insieme al partner di sempre Thing in the Ice, potrà sfruttare un comparto spell davvero molto interessante che comprende Treasure Cruise e Dig Through Time.

E’ possibile giocare il blu in chiave aggressiva grazie alla combinazione di efficienza delle spell del recente mono blu tempo (come Tempest Djinn) e alla presenza sul board  che sarà possibile creare grazie alla meccanica devotion con Master of Waves.

Aggredire l’avversario, Pioneer Style!

Insomma già ad una prima occhiata le possibilità che si palesano sono davvero interessanti!

I sempreverdi midrange in stile Abzan e Jund trovano nel loro armamentario carte del calibro di Siege Rhino, Tasigur, the Golden Fang, Liliana, the Last Hope, Thoughtseize ed una pletora di efficienti rimozioni come Fatal Push e Abrupt Decay. L’unico problema delle strategie midrange, in un formato così nuovo ed inesplorato, è quello di calibrare le proprie minacce e le risposte alle minacce avversarie al meta, cosa che ha sempre caratterizzato questa tipologia di mazzi.

La pura potenza dei Midrange!

Anche i control ritrovano alcune delle carte più utilizzate da sempre nell’archetipo, come Sphinx’s Revelation, Search for Azcanta, i due planeswalker Teferi ed una delle win condition che personalmente ho amato di più in assoluto, Aetherling. Vale anche per questo tipo di mazzo quanto detto per i midrange, ovvero che è necessario un primo sguardo al meta per poter calibrare al meglio le molte risposte alle minacce avversarie che questa strategia permette di offrire.

Ciao avversario, ti sei seduto a questo tavolo per provare a vincere per caso?

Ultimi ma non ultimi, i combo, vero spauracchio del formato. Pedine infinite con Saheeli Rai e Felidar Guardian, Emrakul lanciati gratis grazie ad Aetherworks Marvel, Emry, Lurker of the Loch con forza e costituzione infinite grazie all’interazione con Jeskai Ascendancy e Mox Amber… le possibilità sono molte e tutte da esplorare.

Vincere con stile!

Insomma, non avete l’acquolina in bocca per questo mondo che si è appena aperto davanti ai vostri occhi?? Sbizzarritevi, siate creativi, non c’è niente di meglio che un meta puro ed incontaminato per portare alla vittoria la vostra strategia preferita!

Se vi ho fatto venire voglia di giocare Pioneer, sappiate che Martedì sera (29 Ottobre) alle 21.15 inizierà la nuovissima Lega Pioneer di Pisa, al Dungeon Street in Via Rigattieri 22. Prima tappa gratuita con in palio un box di Throne of Eldraine!!

Alla prossima, sempre qui su Magic Titans! Cheers!

Jonathan Quarantiello

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *