Una Nuova Era by Marco Montani

Quando mi sono affacciato al Legacy, due anni e mezzo fa, mi è fin da subito parso chiaro quale fosse il Tier0 del formato. Giocai una lista di Merfolk ben settata per il matchup al mio primo torneo (Tarmogeddon 2014), battendo appunto 2 o 3 Miracles ma perdendo Elfi e Jund, pagando quindi il prezzo per aver osato concentrarmi sul Tier0 in un formato ampio come il Legacy.
All’evento successivo, Angelo Cadei e Tomas Vlcek mostrarono a tutti la forza e la solidità della lista a 4 Ponder, provata in precedenza da Shawn French e portata al successo da Philipp Schonegger e diffusasi poi a macchia d’olio in tutto il mondo. A quel torneo avevo portato Deathblade, un deck dai matchup equilibrati che però soffriva Miracles: la mia unica loss del torneo arrivò proprio da Tomas, in un match quasi completamente a senso unico. Stavolta, sperimentai quanto potesse essere difficile strappare anche solo un game a un pilota competente se non adeguatamente preparati.
Da allora, ogni mia scelta, sia di mazzo che di deckbuilding doveva superare il Miracle-test, ovvero rispondere a due semplici domanda:

1) in che modo può questo mazzo battere Miracles?
2) perché giocare questo mazzo, piuttosto che Miracles?

Ammetto di non aver sempre avuto le risposte, e la più frequente alla seconda domanda era “non so giocare Miracles ad alti livelli”. Non proprio il massimo.

Ma Miracles non esiste più. Inutile descrivere per l’ennesima volta l’importanza che Sensei’s Divining Top aveva per il mazzo, grazie alle sinergie con i Miracoli e Conterbalance. Semplicemente, Miracles è morto.
Si potrebbe disquisire molto su questo ban: da un lato il mazzo aveva la bellissima caratteristica di ricompensare piloti esperti e punire giocatori poco rodati, dall’altro la strategia era estremamente oppressiva per numerosi mazzi che semplicemente non potevano battere Counterbalance o Terminus.
Era sicuramente possibile “nerfare” il mazzo, eliminando una di queste due carte, ma la Wizards ha scelto la via più radicale.
Dubbio anche il tempismo del ban: sebbene Miracles sia rimasto il best deck per anni e anni, questo era proprio il periodo in cui la sua tirannia, pur non messa in discussione, pareva finalmente un po’ meno stretta, anche a causa della stampa di carte eccezionali come Leovold, Emissary of Trest o Sanctum Prelate.

Era anche evidente che, qualora un matchup negativo sorgesse (come per esempio 4C Control), erano sufficienti pochi aggiustamenti per risolvere il problema (Predict e Blood Moon), senza rischiare di sbilanciare eccessivamente il mazzo.

Di centrale importanza il problema delle patte scaturite da numerose attivazioni di Cappa da parte di piloti lenti, ma anch’esso esisteva praticamente da quando la carta è approdata in Legacy.
In sostanza, ritengo l’intervento giusto, le modalità dubbie e il tempismo casuale, ma una cosa è certa, il Legacy non era così interessante da tempo immemore.

Eccoci dunque al punto focale dell’articolo, ovvero le conseguenze di questa svolta epocale nel metagame del formato.
I boost più ovvi vanno a Elfi e ai Delver deck. Il primo perde il suo matchup peggiore, e si affaccia al nuovo meta potenziato dall’aggiunta di Leovold. Delver perde a sua volta un matchup negativo, e un mazzo con una strategia aggressiva ma dotato di disruption efficiente non può che essere un’ottima scelta in un meta instabile come quello che ci aspetta. Mi riferisco in particolare a Grixis Delver (che soffriva Counterbalance) e Team America (che non aveva “reach” grazie ai fulmini e dunque una volta perso il board non riusciva più a portare a casa la partita), ma anche UR Delver e il bellissimo Canadian Treshold trarranno beneficio da questo ban. Patriot, d’altro canto, probabilmente rimarrà ingiocabile o subottimale, ma è obiettivamente presto per qualsiasi sentenza definitiva.
Storm si trova invece in una situazione particolare: perde un matchup non certo positivo e trova nel boost di Elfi una buona notizia, ma sta notoriamente male dai due Delver deck sopra citati. Credo che sarà un Tier ma non certo il Tier0 del formato come alcuni sembrano pensare.
Analogamente, BR Reanimator perde il nemico pubblico Counterbalance, ma dovrà forse affrontare ulteriori copie di Deathrite Shaman.

Sorge dunque una domanda interessante: cos’è che batte Delver, ma stava male da Miracle? Blade. Stoneblade, Deathblade ed Esper Blade potrebbero finalmente tornare giocabili, con Deathblade a mio parere molto favorito a cause della possibilità di giocare Leovold. Carte come Containment Priest e Ethersworn Canonist saranno probabilmente pilastri delle sideboard del nuovo Legacy, e l’accesso al bianco sarà dunque molto prezioso.

Shardless, contrariamente alla concezione comune, non stava bene di Miracles, e soffrirà il ritorno di Elfi e di Storm, schiacciando però i vari Blade deck.
Quale sarà il nuovo control del formato, allora? Sinceramente, non ne ho idea. Probabilmente vedremo dei control atipici, sullo stile di 4C (che forse potrà ormai diventare BUG o Grixis), ma la differenza di power level tra Terminus e Supreme Verdict è immensa, dunque un classico controllo a base bianca potrebbe non essere un’opzione viabile, anche perché l’assenza di un fast clock come Mentore e di un elemento di lock come Counterbalance lo renderanno più esposto a strategie Ramp e Combo.

In generale, comunque, i mazzi a base nera saranno quelli che più beneficeranno dal ban, visto il nuove vigore dato alle discard spells dall’assenza di Cappa.
Mazzi completamente annientati da Counterbalance, come High Tide potrebbero risorgere.
Incidentalmente, il ban ha colpito mazzi come Painter e Nic Fit, rendendo il primo ingiocabile e il secondo nettamente meno consistente. Anche 12 Post, nelle liste a base verde, subisce un duro colpo.

Ricordando che quanto sopra esposto non è altro che una mia speculazione, e come tale non certo affidabile al 100%, invito tutti i giocatori a darsi da fare nel building e nella sperimentazione di nuovi mazzi, tenendo a mente che non saranno importanti solo gli effetti diretti della scomparsa di Miracles. Ad esempio, un mazzo che aveva un matchup negativo contro il precedente Tier0 (non che un mazzo del genere esistesse effettivamente…) potrebbe ritrovarsi in uno spot ancora peggiore a cause della rinascita di mazzi spinti fuori dal meta proprio da quel Tier, dai quali magari il mazzo in oggetto ha un pessimo matchup.

Le solite vecchie dinamiche del metagame, insomma. Ma un metagame tutto nuovo.

Buon Legacy a tutti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *