Toto Pro Tour Second Chapter: Milwaukee

Salve a tutti! Sono Giulio boldrini e sono qui oggi per presentarvi il secondo appuntamento del Toto Pro Tour. Questa seconda edizione sarà naturalmente differente dalla scorsa per dei motivi che analizzeremo durante l’articolo. Il pro tour in questione si svolgerà a Milwaukee, USA il 16-17-18 ottobre 2015 ed i formati giocati saranno Standard e Booster Draft Batte for Zendikar; questo evento sarà il primo tra GP e PT che ci presenterà il nuovo Standard che come saprete sfrutta un metodo di rotazione differente rispetto al passato, e le edizioni giocabili questa volta saranno da Khans of Tarkir in poi, naturalmente comprendendo la nuovissima Battle for Zendikar. Rispetto allo scorso Toto PT questa volta non potremo analizzare mazzi già esistenti e modificarli con le nuove aggiunte per il fatto che abbiamo perso tutto il blocco Theros e quindi quasi la totalità dei mazzi ha visto ruotare molte carte importanti; nonostante ciò possiamo dire che alcuni potrebbero sopravvivere avendo mantenuto gli elementi chiave, questi mazzi sono Esper Dragon, Abzan Midrange e Aggro, Jeskai, GW Megamorph.

La nuova edizione personalmente mi ha molto deluso dal punto di vista del gioco costruito, forse per il fatto che, date le premesse e la grandezza del capitolo precedente di questa saga, mi aspettavo che ogni carta fosse esagerata, e come sappiamo bene, le troppe speranze difficilmente vengono ripagate. Ci sono poche carte che hanno stuzzicato la mia parte di cervello votata al Deck Building, ed anche con quelle poche per adesso non sono riuscito a tirar fuori nulla di eccezionale; tralasciando la vena catastrofistica elenco alcune delle carte che ritengo comunque notevoli:

Gideon, Ally of Zendikar: la carta più potente del set! Il suo ingresso in T2 non lascia nessun mazzo che giochi bianco indefferente; si adatta al meglio a moltissime strategie come Control o Aggro.

Scatter to the winds: il counter che prende il posto di Dissolve, promosso anche lui come il predecessore. Giocabile in entrambe le versioni e sarà un ottima chiusurà per controllo.

Makindi Sliderunner: questa semplice comune mi sembra davvero forte, e penso si ritaglierà un posto non solo nei mazzi Landfall, bensì anche in MonoR e in moltissima mazzi Aggro.

Bring to Light, Fathom Feeder, Horribly Awry, Planar Outburst, Radiant Flames, Ruinous Path, Woodland Wanderer, Emeria Shepherd, Drana, liberator of Malakir, Kiora, master of the Depths e naturalmente Ob Nixilis Reignited sono tutte notevoli menzioni e vedremo se hanno la stoffa per affermarsi.

nonostante questa premesse sulle carte più incisive la più importate innovazione di questo nuovo set sono le battleland, che permettono in T2, data la presenza delle fetch alleate, di creare delle mana base davvero eccellenti ; ciò permette di poter giocar mazzi 4/5 Colori, che solitamente sono molto difficili da gestire al livello di manabase, con estrema facilità . Per quel poco che abbiamo visto i 4/5 color brulicano e non hanno alcuna difficoltà nel giocare tutte le proprie spell che presentano spesso anche casting cost molto specifici (es. Mantis Rider nello stesso mazzo di Crackling Doom); gli esempi di questi mazzi possono essere: Black Jeskai, Red Abzan, 5c Control, 5c Bring. Anche le liste che potrebbero rinunciare benissimo al terzo colore, ad esempio GW Megamorph, non esistano a splasharlo per la side o anche solo per un 2/3/4 di una carta. Dobbiamo inoltre considerare che per poter giocare tutti questi colori i deckbuilder non hanno dovuto aggiungere elementi di fixing e indebolire in questo modo la forza ed efficacia, bensì sono bastate solamente fetch+battleland. Riguardo alla terre vorrei spendere anche altre due parole perché in Battle for zendikar non ci sono solamente labattleland dei colori amici ma anche due interessantissime Manland; per adesso esse non sembrano aver catturato troppo l’attenzione, ma penso che nei prossimi mesi saranno un must di molti mazzi, principalmente la Shambling Vent, che vista la mancanza di un effetto lightning bolt in standard, saremo sempre felici di attivare e oltre a poter chiudere la partita può anche farci guadagnare punti vita preziosissimi.

Dopo questa analisi più generale volevo condividere con voi alcune liste che penso possano far bene al PT di settimana prossima:

RG Landfall

Maindeck (60)
Makindi Sliderunner
Snapping Gnarlid
Smoldering Marsh
Cinder Glade
Scythe Leopard
Fiery Impulse
Exquisite Firecraft
Abbot of Keral Keep
Atarka’s Command
Zurgo Bellstriker
Wild Slash
Become Immense
Monastery Swiftspear
Windswept Heath
Bloodstained Mire
Wooded Foothills
Forest
Mountain
Sideboard (15)
Scab-Clan Berserker
Fiery Impulse
Self-Inflicted Wound
Thunderbreak Regent
Outpost Siege
Goblin Heelcutter
Arc Lightning

Esper Jace Control

Maindeck (60)
Ob Nixilis Reignited
Prairie Stream
Shambling Vent
Sunken Hollow
Scatter to the Winds
Fathom Feeder
Blighted Cataract
Ruinous Path
Gideon, Ally of Zendikar
Jace, Vryn’s Prodigy
Languish
Clash of Wills
Ojutai’s Command
Ugin, the Spirit Dragon
Utter End
Treasure Cruise
Dig Through Time
Sorin, Solemn Visitor
Polluted Delta
Flooded Strand
Island
Swamp
Sideboard (15)
Fathom Feeder
Stasis Snare
Ojutai’s Command
Narset Transcendent
Virulent Plague
Arashin Cleric
Silumgar, the Drifting Death
Duress

Oltre a queste saranno sicuramente presenti i mazzi che abbiamo visto agli ultimi due SCG:

10/03 SCG OPEN Indianapolis, US

http://sales.starcitygames.com//deckdatabase/displaydeck.php?DeckID=92349

10/10 SCG OPEN Atlanta, US

http://sales.starcitygames.com/deckdatabase/deckshow.php?event_ID=19&t[T1]=1&start_date=2015-10-10&end_date=2015-10-10&state=GA&city=Atlanta&order_1=finish&limit=8&t_num=1&action=Show+Decks

Di seguito potrete trovare un Grafico torta delle due Top 16: come avrete naturalmente inteso è davvero difficile fare previsioni su un metagame così vario e nuovo,  che può cambiare da un momento all’altro, senza considerare che i migliori Deckbuilder del pianeta ancora non ci hanno fatto vedere le loro scoperte.

Grafico-Top-16-SCG-Indianapolis-e-Atlanta

Unica building che penso non avrà vita facile è quella centrata su Dragonlord Ojutai, che in questo momento non ha propriamente Hexproof vista la presenza di tutti questi Crackling Doom.

La mia previsione personale ricade su Esper e UW control che per adesso hanno tutte le carte in regola per poter dire la loro in questo formato. Questi due mazzi possono giocare le due carte più incisive della nuova edizione: la super versione di Gideon, Ally of Zendikar e Scatter to the Winds.

Controllo adesso ha ottime risposte ai Midrange e può riuscire a tenere a bada persino Atarka Red. Personalmente trovo molto interessanti Fathom Feeder e Ojutai’s command, che presi singolarmente sono notevoli, ma insieme formano un duo imbattibile.

Quindi attenzione a Control e anche a Wafo-Tapa!!!

Buon Pro Tour a Tutti!!!

Boldrini Giulio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *