Sideboarding- Una difficile arte by Boldrini Giulio

Salve a tutti, oggi ho deciso di trattare un argomento che non riguarda un mazzo o un formato in particolare, bensì un ambito del gioco che tocca tutti , senza alcuna eccezione: la Sideboard.

L’ articolo in questione vuole trattare questo argomento secondo più punti di vista. Per alcuni di voi alcune sembreranno ovvietà, magari per altri invece sono cose completamente nuove; il mio obbiettivo è far capire ai giocatori meno esperti la funzione di questo organo del nostro deck ed invece di condividere con quelli più esperti il mio modo di scegliere le carte che metterò nella mia side e come sidare. Naturalmente non verranno fatti esempi riguardanti le sidate di un mazzo in particolare, ma considerazioni più generali che vi lasciano lo spazio per ragionare e poter aplicarle al vostro stile di gioco.

La sideboard, ovvero le quindici carte appartenti al nostro deck che possiamo intercambiare con altre della main dopo il primo game, è spesso considerata poco o niente dai players, che non si rendono conto che, normalmente in qualsiasi torneo, giocheremo più spesso partite con la side rispetto a quelle senza.

Scegliere che carte inserire è molto complicato ed è un attività influenzata da moltissimi fattori: metagame, debolezze del mazzo ed anche scelte dettate dal nostro stile di gioco. Ogni mazzo ha bisogno di comportarsi diversamente dopo aver sidato e quindi avrà accesso a carte completamente differenti a seconda della propria tipologia:

Combo ad esempio aggiunge spesso carte che proteggano la propria strategia dagli attacchi degli altri mazzi ed ha solitamente pochi elementi che invece indeboliscono il gioco avversario.

Amulet Bloom

Amulet Bloom

Land (28)
Boros Garrison
Cavern of Souls
Forest
Gemstone Mine
Ghost Quarter
Golgari Rot Farm
Gruul Turf
Khalni Garden
Radiant Fountain
Selesnya Sanctuary
Simic Growth Chamber
Slayers’ Stronghold
Sunhome, Fortress of the Legion
Tendo Ice Bridge
Tolaria West
Vésuva

Creature (7)
Azusa, Lost but Seeking
Primeval Titan

Artifact (4)
Amulet of Vigor

Sorcery (12)
Summer Bloom
Serum Visions
Ancient Stirrings

Enchantment (2)
Hive Mind

Instant (7)
Pact of Negation
Slaughter Pact
Summoner’s Pact
Sideboard (15)
Cavern of Souls
Engineered Explosives
Hornet Queen
Leyline of Sanctity
Pyroclasm
Seal of Primordium
Swan Song
Thragtusk

Come possiamo vedere questo mazzo Combo gioca ben tre Leyline of Sanctity per proteggersi dagli effetti scarto e ben 5 carte (2 Swan Song e 3 Seal of Primordium) per poter gestire Blood Moon, carta che non gli permette più di poter giocare.

I Mazzi Control come ad esempio il Grixis Control sottostante, invece, non presentano carte in molteplice copia bensì moltissimi 1/2x per poter affrontare al meglio le più svariate minacce che i mazzi Combo e Aggro possono presentare, inoltre c’è da dire che spesso alcun mazzi Control presentano degli elementi da Sideboard nella main, perchè è proprio nella natura del mazzo provare ad anticipare il metagame e fare scelte molto estreme ( Un esempio può essere Jeskai Control modern che in alcuni periodi giocava in Maindeck Shadow of Doubt per fermare Scapeshift e l’attivazione di Birthing pod).

Grixis Control

Grixis Control

Land (22)
Blood Crypt
Bloodstained Mire
Creeping Tar Pit
Island
Mountain
Polluted Delta
Scalding Tarn
Steam Vents
Sulfur Falls
Swamp
Watery Grave

Creature (9)
Gurmag Angler
Snapcaster Mage
Tasigur, the Golden Fang
Vendilion Clique

Instant (25)
Cryptic Command
Deprive
Kolaghan’s Command
Lightning Bolt
Mana Leak
Remand
Rise // Fall
Spell Snare
Terminate
Thought Scour

Sorcery (4)
Serum Visions
Sideboard (15)
Vendilion Clique
Anger of the Gods
Damnation
Dispel
Fulminator Mage
Jace, Architect of Thought
Keranos, God of Storms
Negate
Shatterstorm
Spellskite

I mazzi Aggro invece adottano una side che è un ibrido tra quelle elencate, perchè in parte cercano di proteggere il proprio, gioco dall’altro aggiungono elementi che oltre ad indebolire determinate tipologie di mazzi aiutano anche la propria strategia:

UG Infect

Infect

Land (20)
Breeding Pool
Dryad Arbor
Forest
Inkmoth Nexus
Misty Rainforest
Pendelhaven
Windswept Heath
Wooded Foothills

Creature (13)
Blighted Agent
Glistener Elf
Noble Hierarch
Spellskite

Instant (19)
Apostle’s Blessing
Become Immense
Groundswell
Might of Old Krosa
Mutagenic Growth
Vines of Vastwood

Sorcery (4)
Gitaxian Probe

Enchantment (4)
Rancor
Wild Defiance
Sideboard (15)
Wild Defiance
Dismember
Nature’s Claim
Spell Pierce
Spreading Seas
Twisted Image
Wall of Roots

Dopo aver visto come si comportano in genarale gli archetipi dobbiamo parlare del fattore che influenza maggiormente la side: il Metagame.

La presenza di determinati mazzi ci vincolano a scegliere delle carte per la nostra Side, in Modern ad esempio la massiccia presenza di Affinity o Burn portano moltissimi mazzi a scegliere carte con un hate specifico per questi mazzi come Stony Silence, Sun Droplet, Feed the Clan, Shatterstorm e così via, e per questo motivo più un formato è ampio più sarà difficile scegliere quale carte inserire. In Modern è davvero complicato gestire una side perchè sembra che gli slot a disposizione non siano mai abbastanza, viste le decine e decine di mazzi esistenti, e per questo dobbiamo fare continuamente scelte, per ogni torneo dobbiamo aggiungere o eliminare dell’ hate specifico in base ai mazzi che ci aspettiamo; abbiamo visto infatti che le side sono piene di 1x come lo dimostrano i mazzi sopra, viceversa in Standard il pool di mazzi è solitamente meno ampio e ci troviamo spesso a giocare side più rotonde con molti 3/4x che ci fortificano solamente contro i mazzi che siamo sicuri di trovare.

4 Color Rally

Rally

Land (25)
Polluted Delta
Flooded Strand
Windswept Heath
Sunken Hollow
Canopy Vista
Forest
Plains
Island
Swamp
Prairie Stream
Evolving Wilds

Creature (27)
Elvish Visionary
Nantuko Husk
Jace, Vryn’s Prodigy
Zulaport Cutthroat
Catacomb Sifter
Grim Haruspex
Sidisi’s Faithful

Instant (8)
Collected Company
Rally the Ancestors
Sideboard (15)
Jaddi Offshoot
Murderous Cut
Dispel
Arashin Cleric
Fleshbag Marauder
Merciless Executioner

Ultimo punto che andremo ad analizzare è la quantità di carte che ogni tipologia di mazzo necessita di sidare; i mazzi con una sinergia molto forte tenderanno a sidare meno carte rispetto ad altri. Adesso prenderò degli esempi dal formato Modern, visto la facilità di spiegazione, e andremo ad analizzare come possono sidare:

Affinity è un mazzo che presenta al proprio interno sinergie spettacolari ed il suo equilibrio è sempre molto precario, per questo per un mazzo del genere è solitamente sconsigliato sidare più di 4/5 carte, perchè ciò tenderebbe ad indebolire il proprio Gameplan e sarebbe molto vulnerabile all’hate avversario.

Grixis control invece può permettersi di sidare molte più carte visto che il proprio gioco ruota intorno a quello dell’aversario ed aggiunge tutte le carte che gli sono utili in quel Match Up, senza preoccuparsi di snaturare il proprio piano.

L’ultimo esempio è quello di mazzi che possono prorprio cambiare il loro stile di gioco: Splinter Twin è un mazzo Combo nella prima partita, ma può benissimo sidare fuori parte della Combo per diventare un mazzo Control sfruttando al massimo il terrore degli avversari nel trovarsi davanti un mazzo che può comunque chiudere la partita in qualsiasi momento.

Non è difficile capire che per creare una Sideboard “perfetta” abbiamo bisogno di miscelare tutte queste abilità e sfruttare al massimo tutti i dati a nostra disposizione; questo è molto facile a dirsi e davvero molto difficile a farsi, la realtà è ben diversa! Capire che mazzi potremo incontrare, quante e quali carte sidare e decidere il nostro Gameplan Postside è davvero una operazione complessa.

Di seguito vi esporrò il metodo che utilizzo personalmente per decire le 15 carte di side:

per prima cosa se gioco un tier di qualsiasi genere cerco di radunare quante più liste possibili e scrivo su un foglio ogni carta che questi mazzi giocano di side. Fatto ciò ne metto una copia di ognuna in side e durante il testing annoto quali carte ho sidato maggiormente; facendo questo riesco a capire quali sono le carte polivalenti in modo da poterle sfruttare con più frequenza.

Il secondo passo che invece serve per decidere il numero di ogni singola copia lo decido giocando partite postside in cui pesco sei carte e aggiungo la settima dopo (questa sarà proprio la carta che ho deciso di sidare) in questa maniera potrò realmente percepire l’efficacia della mia sidata; naturalmente questo non si applica a carte palesemente devastanti come shatterstorm contro affinity o sowing salt contro urzatron, ma carte con un impatto minore e delle quali non sono sicuro, per valutare al meglio se si meritano uno slot oppure no. ATTENZIONE! Questo non vi farà capire se siete favoriti in MU perchè avrete sempre condizionato la partita ( Se ogni partita che giocate contro GW Aura di secondo turno proporrete sempre Spellskite è ovvio che vincerete la maggior parte delle partite, questo però non rispecchia la realtà visto che non sono certo di poter fare sempre questa cose durante un qualsiasi torneo).

Ultimo consiglio, ma secondo me quello più importante ed anche quello più semplice è di giocare moltissime partite Postside, più di quelle che pensate; io personalmente penso ad un rapporto di 1/4 tra Pre e Post side e dovete e dico dovete sempre chiedere al vostro avversario cosa pensa della sidata, visto che lui potrà dirvi con più certezza quali carte sono maggiormente efficaci.

Anche per oggi è tutto, spero vivamente di aver aiutato anche in piccola parte ognuno di voi a capire meglio la Sideboard. Vi invito come al solito a commentare qualsiasi idea vi passi per la mente.

Alla prossima e Buona Sideboard a tutti!!!

Boldrini Giulio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *