Report 1° Posto PPTQ Grosseto 28/02/2016 – Abbiamo vinto la guerra…

che nenche ce ne eravamo accorti… che qualcuno ci dava per morti… qualcun altro per dispersi… ma noi l’abbiamo vinta senza scherzi. (“Abbiamo vinto la guerra” – Lo Stato Sociale)

Eccomi qui a scrivere due parole sul primo Pptq organizzato dal nuovo punto di riferimento di Magic The Gathering a Grosseto, il Comix Cafè!

Il mazzo che decido di giocare è Bant Company, ma al contrario delle ultime liste che hanno fatto risultato, decido di tornare alla configurazione con cui il mazzo è apparso per la prima volta nel circuito SCG, ovvero senza Eldrazi Skyspawner e Wingmate Roc, ma con il 4x di Bounding Krasis e il 2x di Ojutai’s Command. L’unica carta che “rubo” alle nuove liste è il fortissimo Stratus Dancer. La mia scelta di tornare alla vecchia lista è dovuta dal fatto che mi aspettavo di trovare contro sicuramente degli rg ramp, e la possibilità di avere 10 carte da giocare nell’end of turn avversario aumenta drasticamente la possibilità di vincere contro le 2-3 Chandra, flamecaller e I 3-4 Ugin, the spirit Dragon che puliscono il board.

Maindeck:
Bounding Krasis
Deathmist Raptor
Den Protector
Reflector Mage
Stratus Dancer
Sylvan Advocate
Warden of the First Tree
Jace, Vryn’s Prodigy
Forest
Island
Plains
Canopy Vista
Flooded Strand
Lumbering Falls
Prairie Stream
Windswept Heath
Wooded Foothills
Yavimaya Coast
Collected Company
Dromoka’s Command
Ojutai’s Command
Sideboard:
Arashin Cleric
Silkwrap
Disdainful Stroke
Dispel
Valorous Stance
Dragonlord Ojutai

Purtroppo causa contemporaneità di altri 2 Pptq in toscana (uno fissato prima, uno dopo quello di Grosseto) e 6 “sole” (come si dice da queste parti) dell’ultimo minuti al via siamo poche anime e il torneo, arbitrato dall’ottimo Giulio Tedeschi, si svolge in 4 turni di svizzera + Top4.

All’inizio del torneo sono molto diffidente, vengo da un 48h di magic dove ho perso anche dal Bye (fra gli fnm del venerdì e soprattutto all’rptq per Madrid giocato tramite MTGO il giorno prima), ma sò bene che l’unico risultato ammesso è vincere, dopo 1 top4 in sealed e 1 top8 in standard agli altri 2 pptq giocati questa season.

Turno 1

Al primo turno vengo abbinato contro Francesco Setteppassi, amico e compagno di trasferte.

Lui gioca una lista Mono Blu Eldrazi che ha cominciato a fare risultato nell’ultime leghe di Magic Online.

Purtroppo il mazzo ha un grosso problema per il mio Bant CoCo… I volanti.

Il buon Settepassi non ha rispetto, e in 2 game, mi propone 7 Eldrazi Skyspawner e 3 Dimensional Infiltrator che lo portano velocemente alla vittoria.

Le mie saidate contro questo mazzo sono state: +2 silkwrap +2 valorous stance -1 Warden of the first tree -1 Collected Company -1 Bounding Krasis -1 Ojutai’s Command

0-1, e si pensa già a tornare a casa per il pranzo.

Turno 2

Gioco contro Giammarco Giudici, nuovo giocatore del magic Grossetano, che gioca un Esper Control settato contro CoCo.dec & soprattutto Rally.dec.

Il primo game viene vinto da Stratus Dancer morphato che countera un laguish fatale.

Post side (+3 Dispel +4 Disdainful Stroke -2 Collected Company -2 Jace, Vryn’s Prodigy -1 Warden of the First Tree -2 Reflector Mage) un counter cc4+ ripreso 2 volte dai miei Den Protector risolvano tutte le minaccie che mi vengono proposte e mi fanno vincere rapidamente il match.

1-1

Turno 3

Vengo pairato Up e gioco contro Gabriele Bianchini, giocatore locale molto forte, ma poco fortunato/lungimirante.

Gioca RG Ramp, mazzo abbastanza temuto, almeno 2 partite su 3 parte con la partenza perfetta (creatura a cc2 che da mana into ramp da 2 terre base a cc4), ma la sacra tecnica del “Chiagni e fotti” mi permette di vincere il primo game con una mano che non esiste, mulligo a 6 e tengo Lumbering Falls – flooded Strand – foresta – deathmist raptor – doppio Dromoka’s command, pescando 2 terre e altri 2 dromoka’s command. In sostanza la partita si chiude con un raptor 7/7 (grazie ai 4 segnalini dati dai 4 comandi) e l’animabile che swingano per 10 vite in un singolo turno. Perdo g2 da scurvata perfetta e G3 invece lo vinco nel modo più classico, collected company da bounding krasis + reflector mage che liberano il campo e fanno fare l’attacco letale.

Il mio sb plan contro RG ramp è: +4 Disdainful Stroke + 1 valorous stance -3 Jace, Vryn’s Prodigy -2 Dromoka’s Command

2-1

Inizia l’ultimo turno e mi trovo contro Toni “lail” Metta con Abzan Aggro. Il matchup lo ritengo molto favorevole, lui fà poche minacce e I miei Bounding Krasis & Reflector Mage riescono a tenerlo a bada mentre gli insegno la tabellina del 3.

Complice anche uno screw da parte del mio avversario vinco un G1 a senso unico, e giochiamo un G2 dove non mi sento comunque mai in difficoltà.

Sb: +2 Silkwrap +2 valorous stance -3 Stratus Dancer -1 Jace, Vryn’s Prodigy

3-1 top4

Semifinale

Gioco nuovamente con il buon Gabriele Bianchini e il suo rg ramp.

La fortuna non è particolarmente dalla mia parte… Mulligo a 5 g1, e vengo rapidamente sommerso da qualche chilo di World Breaker.

Saido come in svizzera e vado a giocare il secondo game, questa volta mulligo a 6, ma una collected dopo il suo primo mostro su doppio Bounding Krasis porta a casa il game.

Inizia il G3 dove mulligo nuovamente a 6 carte… ma Gabriele tiene una mano a 6 rampante, ma senza minaccie… e muore rapidamente con solo alcuni morph e degli 0/1 sul board.

Da citare un mind trick riuscito dal buon Gabriele, ovvero g3 lui sta a 10 vite, io ho 7 Danni in tavola fra le mie creature più un animabile 3/3 ug, e un bounding krasis castabile in EOT. Lui non ha bloccanti e 4 carte in mano. Ha in gioco diverse fonti di mana, fra cui una solo fonte rossa. Pesca fetch rosso verde, la appoggia e fà un verso “umh” compiaciuto. Io a quel punto comincio ad avere paura di una doppia kozilek’s return in combat, e decido di saltare sia il cast di bounding krasis eot che di animare la terra 3/3 nel mio turno ed attaccare per 7 danni non letali. Gabriele non aveva assolutamente il doppio pyroclasm istant in mano, ma mi ha indotto a crederlo e questo gli ha dato un turno in più di vita. Ggwp.

4-1 e si va in finale.

In finale becco nuovamente il mio amico Francesco Settepassi, che, con un gesto di grande amicizia, mi concede il match per farmi passare un minimo la rosicata dell’rptq del giorno prima.

Grazie ancora Fra!

Props:

  • Al Comix Cafè, finalmente possiamo tornare a giocare figurine anche a Grosseto! 😉
  • Agli amici!

Slops:

  • ai tirasole!
  • A me che sono troppo scarso per essere vero.

Ci si vede al Gp Bologna questo weekend e al Rptq per la scarsa Sidney in quel di Roma a fine maggio!

E nonostante le bombe alla televisione… Malgrado le mine… La penna sputò parole nere di vita… La guerra è finita… Per sempre è finita… Almeno per me (“La guerra è finita” – Baustelle)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *