Primer UB Exhume + Report PauperGeddon by Ettore Cerracchio

Salve a tutti, sono Ettore Cerracchio e sono qui per deliziarvi con il mio Report del Paupergeddon e anche con un piccolo Primer di questo nuovo archetipo uscito da poco in circolazione; Buona Lettura.

Domenica 18, stremati dal caldo e dalla sessione estiva, decidiamo di inoltrarci in quel di Firenze molto carichi ma anche consapevoli che le dimensioni dei falli che ci aspettavano sarebbero state ben oltre la portata dei nostri piccoli ani. Partiamo in 4, un Affinity, un Klin, un Kuldotha classico e il mio UB. Saltando tutti i convenevoli, consegniamo le liste (che trovate qui sotto) e si parte:

UB Exhume

Creature: (12)
Gurmag Angler
Delver of Secrets
Greater Sandwurm

Inst/Sorc: (26)
Exhume
Counterspell
Thought Scour
Brainstorm
Ponder
Dispel
Muddle the Mixture
Contingency Plan
Duress

Enchantment: (3)
Vampiric Link
Lands: (19)
Island
Swamp
Dismal Backwater
Terramorphic Expanse
Bojuka Bog

Sideboard: (15)
Aura Flux
Dispel
Spell Pierce
Fade Away
Nausea
Duress
Doom Blade
Hydroblast

TURNO 1 vs. Kuldotha Boros 1-0-0

Nella prima partita io apro una mano quasi totalmente blu con tre cantrip e una fetch e un isola, tengo, parto a pescare come un dannato e trovo subito Lifelink, faccio Contingency Plan, mando il bruco al cimitero, rianimo e vinco. Seconda partita lui parte terra reliquia io mi inchiodo senza vedere nero e gliela concedo. Terza partita io parto terra tappata e lui parte di nuovo terra Relic, quindi dopo avergli augurato un po di brutte cose sono passato al piano “rimozione reliquia”. Faccio terra passo e sto aperto di due, lui fa qualcosa e io in end gli rimbalzo relic e nel mio turno gli faccio Duress. Trovo nel frattampo la combo aperta di Counterspell che andra su Journey e la porto a casa.

TURNO 2 vs. Stompy 1-0-1

Preambolo: con Stompy possiamo considerare il matchup anche 100-0 (ndr. eufemismo per dire che stiamo male ma male male)

Gioco contro un ragazzo di Galactus Roma. Gioca Gtompy (mi sembra per la prima volta) e riesce a farci capire molto velocemente che quel mazzo va a dritto come un treno anche se non lo hai mai giocato. A parte gli scherzi il match up è quasi impossibile, il mio è un mazzo che come amo dire “gioca sempre un turno indietro rispetto agli altri” questo perchè per essere pronti dobbiamo avere il bruco pronto per attaccare e con lifelink; per fare tutto ciò serve una serie notevole di peschini e di 4x solidi per riuscire a trovare sempre tutto. La velocità di stompy mi ha sempre spiazzato di un turno (che non è poco) e si è portato via tutte e due le partite. Poco altro da dire.

TURNO 3 vs. Affinity 1-0-2

Inizio salutando Martino (spero di aver azzeccato il nome) che ho trovato quando stavo 1-1. Abbiamo giocato una delle partite più epiche della storia del pauper e ne siamo usciti molto soddisfatti anche se la vittoria l’ha strappata lui. Prima partita parte lui e fa terra qualcosa, io faccio terra delver e lui nel suo turno me lo rompe. Vado per cercare la combo ma rapidamente il suo Atog diventa ingestibile e mi travolge. Nella seconda partita lui vede tre Atog e io tre Hydroblast, siamo sempre tutti e due sul filo del rasoio. Mi apparecchia 3 Myr Enforcer e 1 serpentone (ucciso da Doom Blade) e il gli porgo un bruco, una rana e un delver che fa race e lo porta a 4. Dopodiché per due turni cala creatura, io faccio piano di emergenza dove trovo palta e per un motivo mistico e ancora a me sconosciuto lascio un Counterspell in cima, SAPENDO, che l’unica cosa che mi avrebbe salvato sarebbe stata Vampiric Link. Difatti era li dopo Counterspell. Perdo da carenza di bloccanti.

TURNO 4-5-6 vs AFFINITY, AFFINITY E ANCORA AFFINITY 3-0-3

Volete davvero saperlo? Ho sognato Atog per due giorni dopo il geddon. Veramente poco da dire, affinity è un tier 1 indiscusso ma il motivo che non ci abbassa la possibilità di vincere non è dato da Atog-Fling, bensì dal fatto che contro affinity non abbiamo il nostro più grande punto di forza, ovvero, l’essere imbloccabili. Questo ci porta a non poter fare race ( se non con Delver), stare difensivi e aspettare di morire. Nonostante tutto ero preparato, di side c’erano 3 Hydro e 2 Doom Blade (giocando blu nero non ho hate per artefatti) ma non è stato abbastanza.

Untitled design (1)
Muddle the Mixture – Luca Zontini

CONCLUSIONE

Avrei sinceramente voluto vedere una varietà un pò piu ampia di mazzi ma il meta non me l’ha permesso. Nonostante questo sono stato contento dei risulati, il mazzo ha un potenziale altissimo, magari non in questo meta, ma lo ha. Sto pensando ad un eventuale splash per provare e sistemare i match up ardui ma è ancora tutto in forse. La lista (di mia creazione), come potete vedere, è molto quadrata su certi aspetti ma lascia anche spazio a delle monocopie o bicopie interessanti. Una tra tutte introdotta la sera prima del torneo è Contingency Plan che ci permette a costo due di mettere in cima al mazzo Exhume e Counterspell/Duress e mandare al cimitero quello che non ci interessa, inoltre sinergizza benissimo con le branze e con il bruco.

QUELLO CHE CAMBIEREI

Sono dell’idea che lifelink sia importante tanto quanto il bruco in questo mazzo ma purtroppo l’incantesimo Vampiric Link, per quanto forte, è estremamente antisinergico con il mazzo causa Muddle the Mixture che non puo tutorarlo e Pieces of the Puzzle che non è possibile giocare per questo motivo. In alternativa si potrebbe giocare Rush of Vitality che però, donandoci la sinergia ci toglie la solidità di avere un lifelink continuo. Forse la soluzione sta in un equilibrio di queste due carte nel maindeck (ancora da trovarsi). A differenza della lista approdata sull’internet, la mia lista punta molto di più sul full combo sacrificando slot a rimozioni e carte pointless come mono-Daze. L’introduzione delle Duress permette di negare la rimozione destinata sul bruco e la side.

Vi ringrazio per la lettura e spero che il mazzo vi piaccia. Se mai lo testerete fatemi sapere come lo avete arrangiato, un saluto Ettore Cerracchio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *