[Pioneer] Dredgeless Dredge

Bentornati al giovedì con Magic Titans!

Nuovo formato, nuovo articolo su quella che è la mia strategia preferita di 30 anni di Magic: Dredge.

Ora, come saprete meglio di me, da Return to Ravnica in poi non è mai stato stampato un nuovo Golgari Grave-Troll nè una nuova Life from the Loam; quindi come portare questa meccanica nell’ultimo arrivato in casa Wizard?

Il mazzo che vi presento quest’oggi possiamo collocarlo nella stessa categoria dei Dredge per il fatto che si presenta come un aggro, veloce, che punta a pagare poco o zero creature che ha precedentemente lasciato marcire nel cimitero: in Modern e Legacy il modo più veloce per caricare il cimitero di actions è usare la meccanica Dredge per l’appunto, in Pioneer non è legale quindi dobbiamo ricorrere a carte quali Sticher’s Supplier, Haunted Dead e Smuggler’s Copter.

Vediamo la lista:

Pioneer Dredge

Mainboard: (60)
Blood Crypt
Bomat Courier
Canyon Slough
Cryptbreaker
Fiery Temper
Foreboding Ruins
Haunted Dead
Lightning Axe
Mountain
Prized Amalgam
Scrapheap Scrounger
Smuggler’s Copter
Stitcher’s Supplier
11 Swamp
Voldaren Pariah
Sideboard: (15)
Fatal Push
Golden Demise
Kalitas, Traitor of Ghet
Leyline of the Void
Lost Legacy
Thoughtseize

Come potete ben vedere Madness e Recursion la fanno da padrone: i Prized Amalgam non sono una super all-star come negli altri formati ma riusciamo a rianimarli facilmente grazie a Scrapheap Scrounger e Haunted Dead, vero campione del mazzo: quest’ultimo riesce a grindare le partite più lente e in più riesce a mettere body evasivi in campo, tutto questo dandoci la possibilità di giocare le magie con follia che abbiamo in mano.

Siamo praticamente gli unici a giocare Lightning Bolt nella forma di Fiery Temper, che insieme a Lightning Axe e Voldaren Pariah, completa il comparto di interazione con l’opponent.

A completare il deck troviamo Cryptbreaker e Bomat Courier come motori di vantaggio carte: il primo all’occorrenza è un discard outlet che mette body in board, il secondo può essere il nostro Breakthrough a costo 2 se ci ritroviamo con troppe rianimabili in mano.

Leyline of the Void – Adam Rex

Uno sguardo veloce alla più tipica delle side: Leyline of the Void e Kalitas tengono a bada il mirror, Arclight Phoenix moleste e Rally the Ancestors, Thoughtseize funziona bene sia vs Control che Combo. A queste aggiungiamo un paio di removal (nella forma di Fatal Push) se abbiamo bisogno di ulteriore interazione sul board e Golden Demise che con la quantità di pezzi che rusciamo ad appoggiare è una wratta asimmetrica.

Inutile stare a dirvi che il maggior problema del mazzo è l’hate post-side: Leyline of the Void, Kalitas, [card]Traitor of Geth, Rest in Peace sono tutti carte legali e giocate nel formato, quindi giocando il mazzo vi troverete a dover fronteggiare forte hate sul cimitero soprattutto se qualcuno riuscirà a portarlo alto nei tornei o su MTGO. In più potrà (forse) soffrire dell’hate laterale dovuto ad Archlight Phoenix che nella prima Challenge Pioneer ha messo subito 3 piloti in top16. Il mio consiglio è di giocarlo comunque se vi piace l’archetipo, di divertirvici e di modificarlo a vostro piacimento (il formato è giovanissimo e c’è infinito spazio di manovra)!

Fatemi sapere qui sotto nei commenti o su Facebook se la lista è di vostro gradimento e soprattutto quali slot avete intenzione di cambiare!

Niccolò Peccetti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *