Pauper UW Reality Acid by Alessio Iacopini

Salve a tutti sono Alessio Iacopini e oggi vi vorrei parlare di un mazzo che dopo il ban di cloud of faeries è entrato prepotentemente sulla scena del meta pauper. Prima di proseguire con le considerazioni è opportuno che mostri la lista che sto testando.

UW Reality Acid by Alessio Iacopini

MainDeck (60)
 Dream stalker
 Kor Skyfisher
 Aven Riftwatcher
 Sea Gate Oracle
 Mulldrifter
 Spreading Seas
 Journey to nowhere
 Momentary Blink
 Faith’s Fetters
 Serrated Arrows
Ponder
 Reality Acid
Plains
Island
 Tranquil Cove
 Lonely Sandbar
Azorius Chancery
Halimar Depths

La side è molto influenzata dal meta del negozio dove gioco (The Oracle) ed ad alcuni potrebbe far storgere il naso.

Sideboard (15)
 Sunlance
Relic of Progenitus
 Curse of the Bloody Tome
Terashi’s Grasp
 Oblivion Ring

Il mazzo si basa sull’interazione tra Dream Stalker/Kor Skyfisher + Reality Acid. Infatti incantando un permanente dell’avversario con l’acido e riprendendoselo poi in mano con una delle due creature sopra citate verrà distrutto regalandoci un non indifferente vantaggio sul board. Il “malus” del cacciatore e della pescatrice potrà essere usato a nostro vantaggio anche su altri bersagli per esempio se in mid o late game siamo a corto di carte ci aiuteranno i nostri vagabondi oppure i nostri sea gate oracle ristabilendo il nostro vantaggio carte. Infatti il mazzo si basa sul creare continuo vantaggio carte pescando o togliendo pezzi in modo da chiudere la partita quando esso sarà insormontabile per il nostro avversario. Qualche volta capita di andare troppo giù di vite ed ecco il nostro Aven Riftwatcher che ci regalerà una marea di punti. Esso oltre ad avere un ottimo costo/body è anche un ottimo volante con il quale non ci dispiacerà attaccare. Ma il vero punto forte di questo ragazzo è che quando entra o quando lascia il gioco ci regala 2 punti vita: ciò vuol dire che da solo ci regala 4 punti vita. Inoltre una volta fatto tornare in mano con le nostre creature bouncer o “blinkato” con Momentary Blink, anche solo per annullare il suo malus (evanescenza) o per salvarlo da una removal, è capace di regalarci il doppio delle vite. Altra carta che non ci dispiacerà giocare più volte nel corso di una partita è Serrated Arrows che è in grado di uccidere molte piccole minacce o ridimensionare quelle più grosse: qui è presente solo in mono copia in quanto è una carta abbastanza goffa. Contro chi è molto color intensive come i mazzi tri-color, molto frequenti nel meta attuale (per esempio Kuldotha Jeskai, Grixis Teachings, ecc..) Spreading Seas è veramente una carta versatile che se unita a Reality Acid può rallentare o togliere il prezioso terzo colore al nostro sfortunato avversario. In questo mazzo inoltre può essere considerato come un vero e proprio motore di pescata poiché è possibile riprenderselo in mano e rigiocarlo più volte. Inoltre, insieme all’acido, è il nemico peggiore di tron. Il reparto rimozioni è costituito da (oltre che 3 acidi) 4 Journey to Nowhere, rimozione più versatile del formato, e da 2 Faith’s Fetters. Questa carta anche se più legnosa da giocare, è molto più intelligente della sua compagna a costo 2: infatti può anche incantare permanenti per bloccargli le sue abilità arrivate (che non siano di mana). Cosa molto importante è che ci fa guadagnare 4 punti vita quando entra, ed anche essa può essere giocata più volte se necessario. Altra cosa che va detta è che i nostri Halimar Depths, come la maggior parte delle nostre carte, possono essere ripresi in mano e rigiocati andandoci a cercare i pezzi che ci mancano per diventare il peggior incubo dei nostri avversari, a questo scopo ho inserito anche 4 Ponder. Molti giocano 1 o 2 copie di Heliod’s Pilgrim di main per andarsi a cercare gli acidi o eventuali rimozioni, io preferisco non giocarla poiché il mazzo pesca veramente tanto e non sarà un problema trovare ciò che cerchiamo ed in più offre drop a 3 molto più incisivi. Tuttavia almeno 3 acidi li reputo indispensabili poiché non è raro il caso in cui il nostro avversario si faccia una rimozione o si rimbalzi una sua creatura da noi incantata con il solo scopo di distruggerci il nostro acido (cosa che in generale va evitata). Escludendo eventuali situazioni favorevoli è consigliabile giocare il nostro acido di 5 turno in modo da potercelo riprendere subito in mano con un nostro Bouncer. Altra cosa da aggiungere è che non dobbiamo avere fretta di giocare le nostre Momentary blink ed è preferibile usarlo per salvare le nostre creature da eventuali rimozioni.
Adesso parlerò velocemente dei match-up più comuni che potrete trovare.

Mono U:
Togliamoci subito l’amaro dalla bocca per dire che contro questo mazzo, anche dopo il ban delle fatine, resta un match-up abbastanza negativo, principalmente perché noi giochiamo a velocità sorcery mentre il nostro avversario può impostare race molto veloci e protette da counter. Inoltre molte versioni giocano 4 Snap di main: il peggior nemico del nostro acido. Post side ci limitiamo a togliere 3 Spreading Seas ed a sidare 3 Sunlance con cui tenteremo di ammazzare i suoi delver e i suoi ninja e toglieremo 2 intermittenze per 2 Oblivion Ring. In questo modo giocheremo più rimozioni di quante ce ne possa counterare.

Tron vari:
Questo è il vero motivo per uw acid si è affermato nel meta attuale. Infatti il mazzo sembra studiato appositamente per spezzare qualunque tron ci si presenti contro. Il match-up è quindi molto favorevole e non presenta particolari sidate. Potremo comunque pensare di sidare out le frecce dentellate per un Oblivion Ring.

Teaching Control vari:
Preside il match-up è leggermente a suo favore anche se possiamo rallentarlo molto distruggendogli le sue terre. Post side grazie alle nostre 4 reliquie e alle nostre 3 maledizioni abbiamo le armi necessarie per spazzarlo. Consiglio di sidare fuori cose molto goffe come le pastoie o le frecce.

Mono G:
Contro questo mazzo non dovrebbe essere difficile vincere grazie ai nostri muri, alla grande quantità di rimozioni e alle vite guadagnate. Post side via i mari e dentro le lance.

Affinity:
Stesso discorso fatto per Mono G. Come se non bastasse di side entrano 2 Oblivion Ring e 3 Terashi’s Grasp: togliere un oppressore e guadagnare 7 vite fa piacere a tutti. Considerate anche il fatto di spaccare le terre artefatto.

Tortured Existence vari:
La popolarità di questo mazzo sta via via aumentando. Fortunatamente per noi non sarà un problema rendere inutilizzabile il suo incantesimo preferito con gli acidi o le pastoie. Una volta arrivati a game 2 non avrà più possibilità di vittoria sempre grazie alle Reliquie e alle Terashi’s Grasp.

Kuldotha:
Contro la versione jeskai stiamo un pò meglio che contro la versione boros più aggro. Questo archetipo non necessita di sidate particolari. L’unica cosa da temere, come nel caso di affinity, sono le partenze strappo che questi due mazzi possono fare.

Mono nero:
Altro match-up favorevole. Infatti mono nero non riesce a fare tutto il vantaggio che facciamo noi e siamo in grado di arginare i suoi Grey Merchant of Asphodel grazie alla grande quantità di vite che guadagnamo.

GW aura:
Questo particolare tipo di aggro è da temere poiché le sue creature protette possono dare molto fastidio ma se abbiamo il tempo di distruggere i suoi incantesimi con i nostri acidi la vittoria sarà nostra. Di side sono fondamentali le nostre 3 strette mettendo da parte le pastoie e le frecce.

In generale che uw acid sta molto bene dai vari midrange o aggro del formato. Stiamo invece un po’ peggio dai control e ciò ha imposto una side piena di carte contro di essi.
Il mazzo è molto divertente da giocare in quanto la scelta delle giocate da fare durante una partita è veramente ampia ed è appunto la scelta migliore ciò che qualifica un buon giocatore di acidi.
Con questo concludo e vi aspetto ogni lunedì sera al The Oracle di Fucecchio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *