[Pauper] Spunti sul Metagame

“Ragazzi sono veramente euforico!” 

Questa è la prima cosa che mi è venuta in mente dopo che ho visto i risultati delle leghe Pauper su MTGO del 4 Aprile 2017 (se volete potete trovarli direttamente qui).

Se andate a guardare quelle liste e seguite il pauper da un po’ fra i soliti ridondanti Affinity, Stompy e monoU noterete due mazzi che non si vedevano da un po’: Esper Familiar e BG Existence.

Non sono qui per parlarvi del mio amore per queste due archetipi ma sono qui per cercare di capire insieme a voi perchè queste due liste sono riuscite a fare bene nonostante fossero mazzi dati per “morti” e “non competitivi”.

Vi lascio subito qui le due liste degli archetipi (sono le mie come spunto, quelle dei 5-0 sono sul sito Wizard):

Partiamo velocemente da quali mazzi probabilmente si sono trovati di fronte i due outsider che avete visto qui sopra (le percentuali sono indicative e si riferiscono alla presenza nei 5-0 delle leghe MTGO, sono sicuro che in Real la situazione sia molto molto diversa e più dipendente dalla zona di interesse):

  • Stompy 15%
  • MonoU 10%
  • Dimir Control 10 %
  • Affinity 8%
  • Murasa Tron 8% (+4% di tutti gli altri Tron presenti in Pauper)

Possiamo notare come il field sia variegato, ma comunque abbastanza costante: vediamo mazzi che sono su quelle percentuali più o meno da sempre (UB Control/Flicker da un po’ meno, ma comunque da qualche mese è sulla vetta) e che si contendono il primo posto, switchandosi di posizione in fasi costanti e alterne.

Riassumendo: tanti aggro, qualche Tempo/Control.deck e Trono che fa le cose che fa di solito Trono.

Perchè i nostri due eroi del giorno sono riusciti nell’impresa? Sola e semplice fortuna? Congiunzioni astrali poco definite? Io non credo.

Se andiamo ad analizzare le due liste e le confrontiamo con quelle di qualche tempo fa (prima del ban di Peregrine Drake per Esper, e quelle che hanno fatto risultato almeno 2 anni fa di Existence) possiamo notare un radicale cambiamento nel maindeck di entrambi:

  • In Familiar il comparto peschini (Foresee, Compulsive Research) è stato rosicchiato per lasciare spazio a un numero maggiore di creature blu con un ETB che rimbalza (Man-o’-War e Aven Fogbringer che rispediscono in mano all’oppo rispettivamente creatura e landa): questo ha aiutato nel contenere gli aggro.deck da un parte e a riuscire a guadagnare abbastanza tempo contro Trono prima di assemblare il lock letale; in più il solito Reaping the Graves vince da solo contro Kuldotha e mazzi pieni di removal in generale se affiancato ad un Lone Missionary che tiene fuori dalla portata di botti letali. Il comparto familiar invece è rimasto invariato 6-7 famigli che insieme a Snap+Bouncelands riescono a rampare mana nei primi turni e nell’intento di instaurare il lock senza dover utilizzare tonnellate di mana per fare Muro+Horror+Flicker;
  • In Existence possiamo notare subito che l’eliminazione del terzo colore (Bianco) abbia dato in primis maggior stabilità pur sacrificando dei Toolbox interessanti (Auramancer, Kor Skyfisher + Abundant Growth); inoltre l’inserimento della nuova Thorn of the Black Rose da una spinta in late game enorme in quanto il mazzo non perderà mai la corona di Monarch grazie alla recursion infinita di Spore Frog; da notare sicuramente il massivo comparto di creature con ETB-Discard che danno un aiuto contro Murasa Trono (che viene spezzato da una Bojuka Bog appoggiata al momento giusto) e in più vincono quasi da soli contro Control.deck andando a fare un vantaggio carte incredibile; è cambiata pure la chiusura che non si basa più sul bittare di Gurmag Angler o Krosan Tusker ma è riservata alla recursion di Crypt Rats. Mancherebbe solo qualche slot riservato ad Affinity ma Existence ha sempre avuto un match-up positivissimo e l’aumento di Fog-Effects non può che aiutare, coadiuvati dall’utilizzo massivo di creaure riciclabili spacca-artefatto in side.

Cosa possiamo evincere da questo?

Sicuramente che in questo momento su MTGO per le leghe Pauper c’è bisogno di giocare mazzi che abbiamo risposte agli Aggro spinti in generale (Fog/Sweepers e tempo-play) e anche che riescano a sostenere il vantaggio carte su cui tutte le versioni di Trono fanno affidamento (o facendone semplicemente di più, o rallentandolo fino a vederlo implodere); a mio parere invece che cercare di puntare tutto sulla velocità (cosa che ho provato, ma non c’è niente più veloce di Stompy in questo momento) la via è cercare modi per guadagnare tantissimi turni e sopravvivere fino a fare “qualcosa” di veramente forte (Snap+Raven’s Crime a cc1 è abbastanza sbagliato, ve lo assicuro) per chiudere un late in tranquillità e pieno controllo.

Ma è stato solo un evento sporadico o c’è la possibilità di rivedere questi mazzi in top?

Questo non ve lo so dire, il Pauper in questo momento è un formato abbastanza chiuso, con i suoi Tier e i suoi Anti-Tier, quindi entrare a gamba tesa da outsider non è semplicissimo; sicuramente i due mazzi che vi ho fatto vedere hanno del potenziale, probabilmente sono ancora in via di “affinamento” e vanno metagamizzati carta per carta a seconda di quello che ci si aspetta di incontrare in Lega.

Ragazzi, non mi resta che darvi l’in bocca al lupo per le vostre prossime leghe e non demordete:

MonoU perderà lo status di “Mazzo da Legacy” prima o poi.

Stay Hungry, Stay Pauper

Pecce

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *