[Pauper] Monarchia Assoluta by Niccolò Peccetti

Proseguiamo il nostro percorso verso il PauperGeddon Firenze 2018 (nel caso vi foste persi le news di ieri potete cliccare qui) con un altro articolo che punta l’attenzione a questo formato.

Nella mia fumetteria di fiducia sono rinomato per adottare strategie solitamente estreme: dall’aggro-combo spinto al tedio più assoluto, se c’è una costante nei mazzi che gioco è che hanno un obiettivo ben preciso e cercano di portarlo a termine nel modo più efficace possibile. Per quanto riguarda il nostro formato preferito vario molto ma ho giocato a lungo mazzi “alla” UR Kiln Fiend e parallelamente i lock control in stile Dinrova Tron. Ma di questi mazzi ve ne ho già parlato in precedenza, e sono abbastanza sicuro che molti di voi ne sanno più di me.

Da qualche tempo il Pauper però è dominato da 2 mazzi principalmente: UR DelverSkred e Boros Monarch. Cosa hanno in comune queste due liste? Sono mazzi detti Midrange.

I Midrange.dec sono mazzi che fanno dell’equilibrio il loro punto di forza: adottano elementi prettamente aggressivi ad elementi estremamente difensivi in modo da potersi adattare a qualsiasi situazione si trovano davanti. Vivono in un limbo da cui non vogliono uscire in quanto la flessibilità che ne deriva riesce a farli giocare sempre e comunque contro tutti.

Quindi se avete seguito il mio discorso i mazzi di cui voglio parlarvi oggi sono quei mazzi che presentano un discreto numero di minacce ma che bilanciano queste con un giusto numero di risposte all’avversario. Di base le minacce sono le creature che propongono, Kor Skyfisher su tutti (se notate è una bomba in attacco e in difesa ma anche come fonte di vantaggio carte, flessibilità dicevamo?) e le risposte sono le “removal” (su tutti Lightning Bolt, che oltre a pulire il campo aumenta il reach sull’avversario) e/o i counter (vedi Spellstutter Sprite, flessibile sia per eliminare una minaccia prima che entri in campo e poi per incidere sui punti vita avversari).

Detto questo direi di andare a vedere quale è il panorama midrange che ci propone il Pauper:

UR Skred

Mainboard: (60)
Ash Barrens
Augur of Bolas
Brainstorm
Counterspell
Delver of Secrets
Evolving Wilds
Faerie Miscreant
Gush
Lightning Bolt
Ninja of the Deep Hours
Ponder
Preordain
Skred
Snow-Covered Island
Snow-Covered Mountain
Spellstutter Sprite
Sideboard: (15)
Annul
Electrickery
Hydroblast
Pyroblast
Stormbound Geist
Swirling Sandstorm

Boros Monarch

Mainboard: (60)
Alchemist's Vial
Ancient Den
Battle Screech
Boros Garrison
Electrickery
Faithless Looting
Firebolt
Galvanic Blast
Glint Hawk
Great Furnace
Journey to Nowhere
Kor Skyfisher
Lightning Bolt
Mountain
Palace Sentinels
Plains
Prismatic Strands
Prophetic Prism
Secluded Steppe
Thraben Inspector
Wind-Scarred Crag
Sideboard: (15)
Electrickery
Gorilla Shaman
Kor Sanctifiers
Lone Missionary
Pyroblast
Reaping the Graves
Relic of Progenitus
Standard Bearer

Questi come ho detto prima sono i re incontrastati del formato, è davvero tanto tempo che sono in top e non sembra destinati a scendere:

Il primo riesce a mettere pressione fin da subito grazie ai Delver of Secrets e a proteggersi proattivamente grazie al pacchetto fatine. Il condimento di tutto questo sono gli 8 removal in funzione anti-aggro e un motore di pescata eccezionale con Gush (carta sbroccata qui come in tutto il resto dei formati) e Ninja of the Deep Hours che oltre a farci pescare probabilmente ci da value infinita rimbalzandoci in mano un Augur of Bolas o la stessa Spellstutter Sprite. Unica pecca la manabase un po’ fragile visti i doppi colori, le richieste di Gush e lo splash rosso: un problema tutt’altro che irrisolvibile grazie alla possibilità di poter giocare Preordain e Brainstorm.

Il secondo invece è un attimo più lento del cugino col blu: ha bisogno di un settaggio particolare con i Prophetic Prism o le Alchemist’s Vial e i “piccioni” (Kor Skyfisher, Glint Hawk) che li rimbalzano in mano per creare altro vantaggio carte. A questi bittanti/bloccanti si aggiunge Battle Screech (la Lingering Souls povera) e in ultimo ma non ultimo Palace Sentinels che fornisce al mazzo un motore incredibilmente efficace. Perchè dicevo che è un mazzo molto difensivo? In quanto Monarch è una meccanica strana, il rischio di perdere la corona c’è e per evitare che succeda dobbiamo usare delle precauzioni: 8 removal (come il cugino) mettono freno alle avanzate avversarie in congiunzione con le Prismatic Strands che ci concedono almeno 2 turni di vantaggio puro.

Subito sotto questi due (come percentuali pure nel meta online) troviamo 3 mazzi che adottano la stessa strategia dei due predecessori ma per vari motivi legati al meta non riescono a spodestare dal trono i 2 concorrenti principali alla corona:

UB Alchemy

Mainboard: (60)
Augur of Bolas
Bojuka Bog
Chainer's Edict
Counterspell
Deprive
Diabolic Edict
Dimir Aqueduct
Dimir Guildgate
Disfigure
Dismal Backwater
Doom Blade
Echoing Decay
Evincar's Justice
Forbidden Alchemy
Gurmag Angler
Island
Mulldrifter
Preordain
Probe
Radiant Fountain
Soul Manipulation
Swamp
Sideboard: (14)
Cartouche of Ambition
Dispel
Doom Blade
Duress
Nihil Spellbomb
Shrivel
Stormbound Geist

BW Pestilence

Maindeck: (56)
Thraben Inspector
Kor Skyfisher
Aven Riftwatcher
Dimir House Guard
Guardian of the Guildpact
Palace Sentinels
Lone Missionary
Pestilence
Dead Weight
Prismatic Strands
Doom Blade
Plains
Swamp
Mortuary Mire
Bojuka Bog
Barren Moor
Orzhov Basilica
Orzhov Guildgate
Scoured Barrens4 Castigate
Night's Whisper
Chainer's Edict
Sideboard: (15)
Relic of Progenitus
Custodi Squire
Disenchant
Leave No Trace
Disfigure
Crypt Incursion
Duress
Chainer's Edict

MonoB Control

Mainboard: (60)
Barren Moor
Bojuka Bog
Chainer's Edict
Chittering Rats
Cuombajj Witches
Disfigure
Dusk Legion Zealot
Geth's Verdict
Gray Merchant of Asphodel
Gurmag Angler
Oubliette
Read the Bones
Sign in Blood
15 Swamp
Victim of Night
Wrench Mind
Sideboard: (15)
Choking Sands
Cuombajj Witches
Dark Ritual
Duress
Gurmag Angler
Thorn of the Black Rose

Se il punto di incontro dei primi due erano le removal a basso costo rosse, per gli ultimi tre di cui voglio parlarvi il punto d’incontro è un intero colore: NERO.

Sicuramente il nero ha una grande storia per quanto riguarda i mazzi midrange (BGx.dec esistono dagli inizi di Magic e in tutti i formati) e proprio grazie alla “versatilità” che propone riesce a resistere affiancato a colori molto diversi fra loro come White e Blue o addirittura da solo.

Prendendo in esame le prime due liste col nero che vi ho proposto potete da subito notare che ci sono grandi differenze di gameplay: UB utilizza il nero per le removal classiche (Chainer’s Edict, Doom Blade, Disfigure) e in più per una creatura che è in grado di chiudere il game da sola (Gurmag Angler). Il Blu fa da collante fra piano proattivo e reattivo del mazzo donandoci i counter (Counterspell, Soul Manipulation) e i peschini/motori per il cimitero (Forbidden Alchemy, Preordain): quindi il mazzo si presenta come un midrange che vuole giocare a istant-speed fino a che non trova la Ranocchia e la protegge.

BW invece si presenta come un mazzo totalmente sorcery-speed che sfrutta le interazioni tra Kor Skyfisher e qualsiasi altra carta del mazzo (Thraben Inspector su tutte, ma anche Mortuary Mire) per sviluppare vantaggio carte e vantaggio vite che viene poi utilizzato come vantaggio puro grazie all’utilizzo di Pestilence; per chiudere definitivamente il game abbiamo il lock Pestilence + Guardian of the Guildpact (che effendo protetto dal monocolore previene i danni su di sè di Peste). Da contorno abbiamo Castigate per risolvere qualsiasi cosa sia veramente molesta per noi prima che il nostro avversario riesca a castarla e Palace Sentinels che con Prismatic Strands abbatte totalmente da una parte gli “aggro” del formato (fog-andoli ignorantemente) e dall’altra i “control” sommergendoli con il vantaggio carte fornitoci dalla Corona.

E’ rimasto fuori il re dei midrange del formato: MonoBlack. L’appellativo Control gli è stato fornito per continuità al MonoB che girava qualche anno fa (con Crypt Rats + Unearth). La lista che vi presento io è quella che si è evoluta dalla stampa di Gray Merchant of Asphodel: tante creature che fanno solo 2×1 con l’avversario (Chittering Rats), tante removal efficienti (Chainer’s Edict, Tendrils of Corruption) e il Mercante come top di curva per chiudere i game, stallarli o recuperare situazioni critiche per quanto riguarda i punti vita. E’ il mazzo che fa della scurvata la propria vita e che sacrifica un po’ di efficacia nel vantaggio carte (tipico dei vari splash che vi ho fatto vedere prima) per la solidità del monocolore (da sempre un punto davvero positivo in Pauper).

In ultimo vi lascio una lista di un mazzo Midrange che è tornato alla ribalta dopo un lungo periodo di assenza dai 5-0 su MTGO: Tortured Existence.

Abzan Existence

Maindeck: (60)
Pit Keeper
Golgari Brownscale
Sanitarium Skeleton
Crypt Rats
Kor Skyfisher
Stinkweed Imp
Sakura-Tribe Elder
Satyr Wayfinder
Grave Scrabbler
Fume Spitter
Spore Frog
Qasali Pridemage
Auramancer
Tilling Treefolk
Custodi Squire
Gurmag Angler
Tortured Existence
Dead Weight
Journey to Nowhere
Abundant Growth
Vessel of Nascency
Evolving Wilds
Jungle Hollow
Scoured Barrens
Swamp
Forest
Plains
Terramorphic Expanse
Ash Barrens
Mortuary Mire
Commune with the Gods
Sideboard: (15)
Faerie Macabre
Crypt Rats
Kami of False Hope
Spore Frog
Arashin Cleric
Qasali Pridemage
Wispmare
Circle of Protection: Green
Circle of Protection: Red
Dead Weight
Prismatic Strands
Gnaw to the Bone

Come potete ben immaginare tutta la strategia del mazzo ruota attorno al vantaggio carte e di value che la carte Tortured Existence ci offre, ma richiede tutta una build apposita. Non vi dico altro perchè è in cantiere un primer sul mazzo proprio qui su Magic Titans!

Anche per questa settimana è tutto, spero di avervi stuzzicato un po’ con questa carrellata di oggi e vi ricordo gli appuntamenti con i Titani:

  • Pauper Street League – Dominaria, tutti i giovedì al Dungeon Street di Pisa (qui per l’evento)
  • MegaTorneo Win-a-Box Modern, lunedì 30 Aprile sempre al Dungeon Street di Pisa (qui per l’evento)

Alla prossima!

Pecce

 

2 thoughts on “[Pauper] Monarchia Assoluta by Niccolò Peccetti

  • 2 maggio 2018 at 13:00
    Permalink

    Il “potete cliccare qui” non sembra essere cliccabile T_________T

    Reply
    • 2 maggio 2018 at 18:41
      Permalink

      Fixato! Grazie mille della segnalazione 🙂

      Reply

Rispondi a Niccolo Peccetti Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *