[Pauper] is not a Crime: Modern Master 2017 Edition

MM17 alle porte, qualche giorno fa sono usciti gli spoiler completi e le persone sono ancora in fibrillazione per la ristampa di tante belle carte: c’è chi gioisce per Liliana of the Veil e i simpatici amici da 50€+ (Snapcaster Mage, Cavern of Souls, Tarmogoyf vari), chi dice che sarà divertentissimo draftare e poter fare Gifts Ungiven per Unburial Rites (si Conta, sei sempre nei miei pensieri), chi pensa al Commander e prova a fare i calcoli di investimento-riuscita nella sbustata definitiva di quella Blood Moon che non ci si aspetta e per ultimi quelli che come me danno un occhio un po’ a tutto ma in particolare guardano ai downgrade “to common rarity” come era già successo in passato con Eternal Master e i primi due MM.

Ecco, per quest’ultima categoria che solitamente tutti additano come “i poveracci” vorrei spendere qualche parolina (nonostante in questi giorni si sia letto tutto e di più) per quanto riguarda quello che potrebbe cambiare nel metagame e quali mazzi nuovi potrebbero affacciarsi nel panorama pauper.

Nell’impresa di dare un giudizio su queste piccole chicche che a breve vedranno i tavoli da gioco mi hanno affiancato Lorenzo “Re dei Poveri” Stifanelli e Alessandro “Zene” Zenebula per consigli, confronti e stesura delle liste che vedrete.

(Ah, qui potete trovare lo spoiler di tutte le carte che ci ha regalato Modern Master 2017)

Ma partiamo subito con questa che è a tutti gli effetti una piccola collection delle hit di MM17 per il Pauper:

   

Iniziamo a bomba con due delle più succose: la prima potrebbe surclassare Sea Gate Oracle (se quest’ultimo non prendesse Mulldrifter) nel ruolo di piccolo parante + card quality, magari in liste più controllose che non giocano il pesce e/o liste che utilizzano il buon vecchio Delver of Secrets per un po’ di sustain in mid-game; proprio in questa seconda tipologia di mazzo Tandem Lookout potrebbe fare la sua apparizione, affiancato dal sempre più presente Thermo-Alchemist con cui potrebbe creare veramente dei disastri.

   

La seconda serie di novità riguarda il rosso: Magma Jet a cc2 sembra un po’ subottimale rispetto agli spari che abbiamo in pauper (Lightning Bolt, Lava Spike) ma lo Scry2 la eleva a tutto un altro piano di gioco, non parliamo più di burnare il proprio opponent ma di controllarlo facendo qualità nelle prossime due pescate (sembra che la Wizard stia strizzando l’occhio ad un UR tempo-control ma anche al solito RG Tron che così guadagna uno sparo a costo relativamente basso e più consistenza nel chiudere trono il prima possibile). Thunderous Wrath invece proprio non me l’aspettavo, spero tanto che prenda piede (difficile non crederlo con Ponder e Brainstorm nel formato) e probabilmente si giocherà bene in qualsiasi archetipo con il rosso che può giocare l’8x dei peschini più forti del Magic.

Per riassumere quello che ho detto fin’ora arriva Lorenzo che ci da uno spunto con questa lista UR che sfrutta proprio le interazioni suddette:

Ovviamente liberi di scegliere il bittante da affiancare a Delver e Thermo, lui ha scelto Kiln Fiend che è quasi sempre un 4/2 ma altre possibili scelte sono Elusive Spellfist, in una build più instant/sorcery dipendente anche Augur of Bolas e per andare più nel late-game c’è sempre l’opzione Mulldrifter.

Neeeeeeext:

Questo simpatico insetto invece è uno di quelli che (come Elvish Vanguard in Eternal Master) sono stati downgradati da indiscussi re Rari di Limited a Comuni dal destino infausto. Ma sappiamo bene che il Pauper da una speranza a tutti (prendete ad esempio Mulldrifter o Kor Skyfisher) e potrei pure scommettere che il Mortician Beetle vedrà gioco in almeno due archetipi distinti: Aristocrats nelle sue versioni più spinte BG e uno di quei mid-late.decks che sfruttano i sac-effect (come Sakura-Tribe Elder o Fume Spitter) con le estenuanti recursion dal cimitero di Grim Harvest e/o Tortured Existence.

Qui di seguito lo possiamo vedere all’interno della seconda tipologia, quella che secondo me può dargli più spazio in quanto Aristocrats sembra effettivamente che non abbia troppo bisogno di un bel bittante che però non fa nè da Sac-Outlet nè da target per i sacrifici:

1 Marzo 2017, ore 16.00: esce lo spoiler di Burning-Tree Emissary in Modern Master 3.
1 Marzo 2017, ore 16.02: si grida al Ban di Burning-Tree Emissary in Pauper.

Gran carta, sicuramente una di quelle che avrà (almeno in potenza) più possibilità di vedere gioco; nonostante questo non sono d’accordo con chi grida già al ban: a monoG non serve particolarmente (non ha troppi slot ballerini e comporterebbe l’eliminazione di Garruk Companion), in Red Deck Wins non trova spazio visto che porta a svuotarsi troppo velocemente la mano e i simpatici Mogg hanno bisogno di carburante per attaccare; magari uscirà qualcosa di nuovo e simpatico, magari Jund midrange o un RG Aggro che la sfrutti come body per partenze a razzo: io personalmente (probabilmente anche quel Gruul del Nijo) sto fantasticando con questa lista che sfrutta proprio l’interazione fra l’Emissaria e un mio vecchio amico Horned Kavu:

L’ultima carta che secondo me ha senso analizzare è una bomb(ettin)a per due mazzi che però sono assolutamente di nicchia: mi ha subito fatto pensare a Trono, la versione RG pura, quella che vuole assemblare il trittico il prima possibile e interagire il meno possibile. Questa sorcery potrebbe dare una variabilità sul fattore scelta della chiusura nel suddetto mazzo che così non deve più obbligatoriamente chiudere di Rolling Thunder (per carità, ottima chiusura) ma può mettere un bel body sul board con il quale difendersi se necessario in attesa di stabilizzare la situazione grazie ai sempre-verdi Fangren Marauder. L’altro mazzo che mi è venuto in mente è Lands, o Tilling Retrace, insomma quello che sfrutta Tilling Treefolk come un Life from the Loam per fare value e vantaggio carte insieme alle cycle-lands: Slime Molding + Revive (sempre grazie a MM17) potrebbe dare una piccola spinta ad un mazzo secondo me troppo sottovalutato.

Per quanto riguarda la lista, questa volta ci ha pensato l’unico giocatore di Trono che sopporto, Alessandro:

Bonus Track (per gli amanti dei Marcio.deck):

Visto che sono rimaste fuori diverse ristampe interessanti vi lascio anche un’ultima lista, non gioca bombe da MM17 ma solamente un orrore (di nome e di fatto) a cc6: Dinrova Horror apre la strada verso UB Horror Teaching. Se i mazzi che avete visto fin’ora sono “idee campate in aria” questo mazzo è ancora nella fase primordiale del pensiero stesso.

L’idea è quella di controllare come ogni buon UB riesce a fare per poi nel late-late-late entrare in recursion di Flicker con Archaeomancer e Horror giù per instaurare uno pseudo-lock sull’avversario. Ho inserito anche Augur of Bolas che secondo me potrebbe dare una spinta all’archetipo per sostenere l’early-game dei tanti mazzi aggressivi che girano.

Riassumendo possiamo di certo ammettere che Modern Master porterà una bella ventata d’aria fresca la formato, a mio modesto parere non stravolgerà pesantemente il meta e i tier1 del formato (come fece Peregrine Drake R.i.P. a suo tempo) ma sicuramente ne altererà gli equilibri e faciliterà la nascita di liste nuove e competitive; se posso dirlo (unica nota dolente di tutto l’articolo) la Wizard ha perso una bella occasione (non capisco i motivi, forse il Limited) di stampare le terre tricolor comuni che, sono molto convinto, avrebbero aiutato i poveri brewers come me e tanti mazzi che fanno fatica a prendere il largo per colpa di una manabase troppo “incastrosa” rispetto ai monocolor, re indiscussi del Pauper.

Siamo arrivati alla conclusione, vi chiedo solamente:

  • grazie se siete arrivati a leggere fino a qui;
  • scusa per le probabili previsioni sbagliate;
  • il favore di commentare e consigliare qui sotto nei commenti liste ed idee a cui siete giunti dopo aver visto lo spoiler completo di MM3!

Ciao a tutti e ricordate sempre che Pauper is not a Crime!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *