Modern Kiki Chord by Daniele Contadini

Ciao a tutti ragazzi, dato che in molti non mi conosceranno mi presento, mi chiamo Daniele Contadini e gioco a Magic ormai da qualche anno, anche se diciamo ho iniziato davvero ad “esserci dentro” da qualche mese prima del Ban di Birthing Pod. Gioco prevalentemente Modern, ma non disdegno anche tutti gli altri formati. Rimasto orfano del mio caro vecchio Splinter Twin (RIP) ho cercato per un po’ qualcosa che mi desse buone sensazioni e ultimamente che non si facesse stuprare malissimo da Eldrazi e veniamo al dunque; oggi vi presento un mazzo che negli ultimi mesi ha scalato un po’ le classifiche nel mondo di noi maghetti e che sto giocando da un po’ di tempo a questa parte: Kiki Chord.

RISULTATI

La scalata del mazzo a livello di popolaritá in realtá ha come motivi principali un nome e un cognome. Jeff Hoogland. Hoogland, matematico americano, è il player che piú ha dato al mazzo e che piú ha saputo sfruttare questo archetipo nelle sue mille varianti facendo anche risultati importanti agli SGC di Cincinnati e più recentemente a Luisville.

SVILUPPO

A livello di storia non c’è moltissimo da dire, il mazzo nasce sulle ceneri di quello che era Kiki-Pod, cercando di adottare un gameplan simile anche se con qualche differenza dettata se non altro, ovviamente, dall’assenza del tutore principe del mazzo, la cara Birthing Pod.

GAMEPLAN

Ok, finite le doverose presentazioni veniamo al dunque, la prima domanda che di solito mi pongo quando inizio a testare un mazzo da zero è:

“Cosa fa sto insieme di 60 carte?”

La risposta che mi sono dato dopo tre mesi di test con il mazzo è stata: FA TUTTO.

Ora non saltiamo subito a conclusioni affrettate pensando che sia il mazzo del secolo, ma la cosa figa è che è veramente cosi. Il mazzo è abbastanza quadrato e in grado di giocarsela con i principali tier del formato (anche eldrazi che è tier0 e noi odiamo i mostri incolori? Si anche con eldrazi). Occhio non sto dicendo che vinciamo con tutti, ma che il mazzo è in grado di avere match up combattuti con la maggior parte dei tier del momento. Si, direte voi, ma qual è il piano del mazzo? Allora Kiki Chord tende a tenere sotto controllo il board attraverso le creature e in numerosi 2×1 (nel caso di Pia e Kiran 3×1) di cui dispone, ha la possibilità di ovviare ad alcune situazioni giá di main sfruttando Chord Of Calling e una serie di 1x che possiamo chiamare ToolBox che ci possono aiutare in determinate situazioni o in determinati match up, e arrivare a chiudere la partita attraverso la combo ormai stra conosciuta di Kiki Jiki, mirrorbreaker e Restoration Angel o passando dalla combat-phase in modo efficace.

COME FUNZIONA LA COMBO

Nel caso a qualcuno servisse, scrivo due righe sul funzionamento della combo che consiste in pratica nell’avere Restoration Angel e Kiki-jiki Spaccaspecchi entrambi in campo. Utilizziamo l’effetto di Kiki per copiare l’angelo, che quindi genererá una copia, la quale entrerà in gioco esiliando  e rimettendo in gioco il nostro Goblin che a questo punto sarà Stappato e potrà ripetere questo processo infinite volte e permetterci di attaccare con un esercito infinito di Angeli non troppo amichevoli.

BUILD

Eccoci al punto saliente, la lista. Questo è il link all’ultima lista di Jeff Hoogland

http://www.tcdecks.net/deck.php?id=19617&iddeck=149299

Come vedete gioca a 62 carte per un Lone Missionary e il terzo Wall of roots. Qui sotto troverete la lista che sto testando io da un paio di mesi a questa parte volendomi mantenere sulle classiche 60 carte (proveró presto la versione a 62 come il nostro mentore) e siamo arrivati a questo:

Vediamo intanto le creature che giochiamo nei nostri 29 slot:

4x Bird of Paradise: semplicemente la miglior partenza che puo fare il mazzo. Non hanno bisogno di interpretazioni, ma alcuni si chiedono, perche non Noble Hierarch? Perché non da rosso e in questo mazzo la manabase è gia abbastanza “chiodosa” (essendo un tricolor splashato per il nero) quindi preferiamo il buon vecchio uccellino. (NON VI DIMENTICATE CHE DA MANA BLU PER SPELLSKITE!!)

2x Wall Of Roots: Carta molto versatile in questo mazzo, ci da mana verde e con corda possiamo dare doppio mana verde, uno tappandolo per convocazione e uno mettendo il segnalino. Hoogland ne giocava 3 nell’ultima lista, mi sono permesso di scendere a due copie perché pescarlo in late game è divertente come prendere un pugno in mezzo agli occhi.

3x Wall of Omens: Una carta d’altri tempi. In poche parole costa due, ci fa pescare e blocca guida, monastery, finks, voci, qasali, wild nacatl senza morire a meno di spell successiva. In pratica è una carta che ci fa sempre piacere trovarci in mano e ci fa tenere abbastanza volentieri una mano con sole 2 terre. Non dimentichiamo la sinergia con Restoration (come tutto il mazzo praticamente in realtá) e con Reveillark che puó rianimarlo.

3x Voice of Resurgence: Non credo abbi bisogno di presentazioni, Hoogland inizialmente giocava il playset ma poi è sceso ad averne tre copie. Carta fortissima, il drop a due che vuoi fare praticamente sempre e che spesso manda in difficoltá gli altri mazzi se non hanno una risposta. CONSIGLIO: Se copiamo Voice con Kiki Jiki, a fine turno la nostra pedina-voce morirá, regalandoci comunque un simpatico elementale!

1x Qasali Pridemage: Parte integrante del ToolBox tutorabile di Chord Of Calling. È una risposta simpatica a tante situazioni (oltre a darci esaltato ovviamente). Sempre forte contro affinity, considerando che possiamo riprendercelo dal cimitero con la nostra amica Eternal Witness o con Reveillark, ma anche in mille altre situazioni, per rompere blood moon, spellskite o pali vari come ad esempio Worship o Ghostly Prison che non ci permettono di scombare. NON dimenticatevi che spacca Eidolon Of The Great Revel nel caso ne avessimo bisogno.

1x Spellskite: Carta veramente polivalente che fa parte degli 1x da tutorare in caso di necessità, puó valere da sola il game contro alcuni mazzi, vedi infect e burn, ma in questo mazzo ha un altro utilizzo fondamentale ovvero proteggere la combo o un pezzo chiave sul board. Castare il pezzo mancante della combo e prendere removal è una cosa che puó succedere molto spesso, a questo punto fare Chord Of Calling da 5 mana per prendere Spellskite dal mazzo e ridirigere su di esso la spell del nostro oppo è una giocata veramente forte. Anche lui come la gran parte del mazzo puó essere rianimato da Reveillark.

1x Scavenging Ooze: In una parola: ENORME. Fa lifelink, graveyard hate, si ingrossa e sgonfia i goyf, deve fare altro? Fortissima in tante situazioni, ad esempio con Grishoalbrand (ammesso che riusciamo a castarla) porta a casa la partita da sola. CONSIGLIO: Tutorarla in risposta a Snapcaster che targhetta una spell ed esiliarla vi fará perdere qualche amico ma vi sentirete comunque orgogliosi di voi stessi.

1x Orzhov Pontiff: Il nostro sacerdote è una carta davvero particolare. Non sempre è semplice da castare senza Birds of Paradise,  per questo vi consiglio di fetchare il prima possibile per Overgrown Tomb, per non rischiare di avere un chiodo in mano. È una carta che sposta moltissimo il match con affinity in quanto fa praticamente da wratta per il nostro oppo, e inoltre puó anche conferirci quella spinta in piú per un attacco letale. Da non sottovalutare l’impatto che ha contro mazzi che giocano pedine o lingering souls dove riesce a resettare da solo il board avversario a meno di Intangible Virtue.

2x Eternal Witness: LA CARTA del mazzo, è sinergica con praticamente tutte le nostre carte. Ci permette di fare trick importantissimi nella gestione del game e riprende sempre carte utili dal cimitero, non vogliamo mai farla di secondo con BoP in campo a meno di difficoltà di mana per riprendere una fetch, ma per il resto è sempre utile. Particolare la sinergia con Chord Of Calling di cui parleremo dopo.

2x Courser Of Kruphix: Jeff Hoogland inizialmente ne giocava tre maindeck, definendola: “Una carta che voglio vedere sempre ma che non voglio mai tutorare di corda”. Niente di piú giusto. Carta molto molto forte anche per il Body pazzesco, oltre al fatto che possiamo calarla di turno due con un BoP di primo turno. Detto questo è una carta non semplice da sfruttare, perché darci la possibilità di sapere cosa pescheremo il turno successivo è molto forte, ma non dimentichiamoci che diamo informazioni sulla nostra mano anche al nostro avversario. Mi raccomando, se vi piace la carta che state per pescare e vi fanno Path to Exile su una creatura, valutate se è il caso o meno di prendere la terra base, lo stesso vale per fetchare a fine turno o nel caso di un ghost quarter.

1x Big-Game Hunter: per gli amici BGH. Quest’omino nero con troppi coltelli che non rientrava nella mia lista tipo, ma che con l’avvento del monometa Eldrazoso in modern ho preso in considerazione. Fare Path to exile su Reality Smasher scartare questa, attivare follia e spaccare un Thought-Knot Seer é una giocata da cori da stadio. A parte questa situazione un po’ borderline, è comunque sempre utile avere una creatura che tutorata rimuove una minaccia ad esempio come un Tarmogoyf molto cresciuto, dato che i nostri slot per le removal sono contati, lo preferiamo a Fiend Hunter perché non abbiamo Sac effect per esiliare per sempre la creatura in questione.

 

2x Pia And Kiran Nalaar: onestamente la prima volta che li ho letti ho detto :”Mah, figo sono i genitori di Chandra, niente di che.” Errore imbarazzante. Una carta, tre pezzi, due volanti e due possibili removal, praticamente fa anche il caffè. Fare corda per questa è una giocata fortissima che ci permette di stallare il board, rimuovere creatura molesta, darci 3 pezzi per fare 3 mana di convocazione per Chord of Calling. Pensate a ció che fa blinkata con Restoration angel, altri due Totteri che possono essere molto molto utili alla nostra causa.

3x Restoration Angel: vedi Eternal Witness: sinergico con Tutto. Ci fa pescare con muro, riprendere carte dal cimitero con Witness, fa vantaggio sul board con Pia e Kiran, fa guadagnare vite con Baloth; insomma è una carta che ci fa sempre piacere vedere, oltre ovviamente al fatto che è uno dei due pezzi della nostra combo. CONSIGLIO: una delle giocate piú forti che il mazzo possa fare è Restoration che targhetta Reveillark, questo infatti ci permette di rianimare 2 creature senza dover rinunciare al nostro simpatico 4/3 volante.

1x Obstinate Baloth: una delle carte piú forti contro i mazzi con discard effect come Liliana Of The Veil o magari Kolaghan’s Command, inoltre ci fa guadagnare ben 4 vite, che diventano 8 se lo blinkiamo con Restoration Angel, inutile dire che Burn non ne sará felice, sperando di essere ancora vivi per farlo, ovviamente.  PICCOLO TRICK:  Nel caso abbiate un Baloth al cimitero in risposta ad un discard effect potete sfruttare Chord of Calling per tutorare Witness che ve lo farà riprendere in mano e quindi mettere in gioco per la sua abilitá. PICCOLO GRANDE TRICK: scartatelo per fare Path to Exile su Reality Smasher e siete autorizzati a ribaltare il tavolo.

1x Kiki-Jiki, Mirror Breaker: eccoci alla carta principe, da cui il mazzo ha preso il nome. Oltre a entrare in combo di danni infiniti con il nostro angelo, cosa fa il nostro Goblin? Bene facciamo un rapido elenco con le sinergie migliori:

Restoration Angel – Combo infinita.

Voice of Resurgence – Ci fa attaccare con una Voice che ci regalerá un pedino gigante ogni turno.

Eternal Witness – Riprendiamo una carta extra dal cimitero.

Wall of Roots – Facciamo 2 mana in piú per la nostra Chord Of Calling.

Wall of Omens – Pescare non fai mai schifo, no?

Orzhov Pontiff – Altra mini wratta per l’oppo o nuovo Boost per noi e magari i nostri totterini volanti.

Spellskite – Rendiamo Spellskite virtualmente immortale redirigendo le spell su una copia dello stesso.

Big-Game Hunter – quanto vuoi bene al tuo Tarmogoyf 5/6, tanto? Peccato.

Obstinate Baloth – 4 vite extra e un bittante 4/4 in piú per un turno. Not bad.

Reclamation Sage – spacchiamo un altro artefatto o un secondo incantesimo, e se l’abbiamo sidata dentro, questo ci piacerà sicuramente.

Insomma Kiki-Jiki fa molte cose, e in questo mazzo questo è un bene.

1x Reveillark: LA MIA CARTA PREFERITA IN QUESTO MAZZO, ci vorrei scrivere un libro. La gente guarda questa carta e dice: “ma che roba è?” e la domanda è giustissima, CHE ROBA È? Fa tutto. È il nostro piano late-game piú efficace, ha una abilità che ci permette trick improbabili e picchia di 4 volanti ogni turno. Spesso risolverá le situazioni di stallo con una facilità imbarazzante. Per chi non riesca a coglierne il potenziale a pieno, vi faccio notare che l’abilità si attiva quando LASCIA IL GIOCO e non quando muore. Questo la rende un rianimino con le gambe con Restoration Angel. Rianima tutto il mazzo praticamente, con poche eccezioni (Baloth). È in grado di rianimare incounterabili Pia E Kiran con totteri al seguito, Spellskite, magari instant per redirigere una removal, Kiki Jiki che puó entrate in combo con Restoration o copiarla e farci picchiare per 4 e farci rimettere in gioco altre 2 creature, insomma avete capito, ha una miriade di interazioni. Pensate solo alla side, slandare con Fulminator Mage, blinkare Reveillark con il nostro Restoration e avere di nuovo un Fulminator pronto a slandare accompagnato da un’altra creatura non vi fa venire voglia di mettere RG Tron in un cassetto e non giocarlo mai più? CONSIGLIO: nel caso Reveillark muoia, se ne abbiamo una al cimitero, è importantissimo far rientrare Witness e riprenderci la nostra 4/3 volante  in mano, pronti a riproporla il turno successivo.

Veniamo ora alle spell non creatura, un reparto molto snello come possiamo vedere montandone soltanto 8, sento spesso ragazzi che guardano la lista e fanno 2 domande principalmente:”Perché non di piú?” semplice, un mazzo simile ha bisogno di ogni singolo slot per creature tutorabili per ribaltare la situazione sul board oppure: “Un mazzo col rosso che non gioca Bolt?” eh gia, non giochiamo nemmeno Bolt ma non ne sentiamo troppo la mancanza, ma veniamo al dunque:

4x Path To Exile: probabilmente la miglior removal del formato, leva tutto a costo uno regalando peró una terra all’oppo, che in alcune partite non è proprio trascurabile. Vogliamo farla comunque spesso e spesso fa il suo lavoro egregiamente, tranne in alcune situazioni in cui non ci piace troppo farla, come ad esempio su un Dark Confidant a turno 2. Promosso a pieni voti. NOTARE: è anche una delle carte che soffriamo di più da parte dell’oppo perché non ci permette di passare dal cimitero per riavere il pezzo targhettato.

4x Chord of Calling: Eeeeh qua viene il bello. Saper sfruttare al meglio questa carta vuol dire vincere o perdere. Super Jeff Hoogland l’ha definita: “ONE-CARD COMBO”, come mai? Si riferisce a una giocata standard che è solito fare. A fine turno del nostro oppo facciamo una Chord con X = 3, andiamo a prendere Witness che entra e ci fa riprendere in mano Chord, in questo modo abbiamo calato un pezzo gratis e abbiamo un mana in piú per Convocazione (2 se non saltiamo Land Drop nel nostro turno). A questo punto nel turno successivo possiamo fare di nuovo fare Chord per Restoration, targhettiamo Witness che ci fa riprendere di nuovo Chord, che possiamo fare successivamente per Kiki Jiki e scombare. Questo è l’utilizzo “Standard” di questa carta, anche se ovviamente è molto molto forte in ogni situazione tutorare una carta forte nel MatchUp che stiamo giocando, inoltre ci dà tantissime chances di beneficiare delle nostre carte di side che spesso ribaltano la partita, pensiamo solo a fare Corda per Melira contro infect e poi guardare la faccia del nostro oppo, scommettiamo 10 euro che non ride? In altra parole è la carta della partita, anche se ha bisogno di un po’ di test per essere sfruttata al meglio nelle varie situazioni.

 

Passiamo velocemente dal reparto terre, ci sono 3 cose particolari da capire.

Allora innanzitutto il numero di terre, alcune liste ne giocano 24 (anche Hoogland) ma ho preferito provare a testare con una terra in meno ma uno slot in piú per le creature per inserire Big-Game Hunter. Devo dire che non ho quasi mai problemi di mana quindi per il momento le sensazioni sono molto positive. Raging Ravine è necessaria? Probabilmente il mazzo potrebbe anche farne a meno, ma devo dire che ogni volta che l’ho vista mi ha fatto molto piacere avere una minaccia in piú che puó velocizzare molto il nostro piano Aggro che solitamente stenta un pó. PERCHÉ GIOCHI CITY OF BRASS? Mi rendo conto che come scelta puó sembrare non ottimale, eppure a me piace. In un mazzo dove ci sono tantissimi costi di mana diversi e spesso contrastanti tra loro non fa male avere una landa che ci aggiusta le cose, considerando poi che comunque possiamo fare un po’ di lifegain per non farla pesare troppo. Inizialmente lo Slot era per Horizon Canopy, che è sicuramente piú forte al top deck (ovviamente) ma che non mi da mana nero e mana rosso, quindi ho deciso di testare la buona vecchia City Of Brass.

Le altre terre sono piú o meno abbastanza standard:

8x Fetchlands: TUTTE IN GRADO DI PRENDERE MANA VERDE che è la cosa piu importante anche per fare foresta Birds di primo.

5x Shocklands: non credo ci sia niente da dire

 

4x Basic Lands: Blood Moon non è nostra amica ma queste e i Bird of Paradise ci fanno respirare un po’.

2x Razorverge Thicket: Razorverge-Bop è la partenza che siamo piú contenti di fare in questo mazzo.

1x Ghost Quarter: Trono si vede sempre meno ma noi lo odiamo e montiamo lo stesso l’1x maindeck, quasi mai morto. Molto forte contro Eldrazi o per levare una ManLand troppo arrabbiata.

1x Fire-Lit Thicket: la nostra salvezza per il triplo rosso di Kiki Jiki, spesso è comunque sempre una terra che siamo felici di vedere.

SIDEBOARD

Bene, dopo aver analizzato carta per carta la nostra main, passiamo alla side.

2x Worship: un po’ la carta del momento, molto forte con eldrazi ma anche in match di attrito con Midrange ad esempio, Jund in particolare ce la leva solo con Maelstrom Pulse. Forte anche con Combo unfair come Grishoalbrand (seppur lenta) e combo in generale come Pif.

1x Kataki, War’s Wage: contro affo è la carta del match, corda per Kataki è spesso la giocata risolutiva.

2x Stony Silence: Un palo immenso per RG Tron e per Affo, ci piace molto, erano 3 ma con la quasi scomparsa del primo siamo scesi a 2.

1x Reclamation Sage: Una carta che personalmente trovo utilissima, leva pali che non ci fanno scombare o carte fastidiose in generale. Ovviamente forte contro affinity, non male contro BW token ma in generale fa sempre il suo lavoro. NON DIMENTICATE CHE SPACCA EIDOLON OF THE GREAT REVEL.

2x Fulminator Mage: Vedi Stony Silence. Siamo passati da giocare il 4x tra main e side a loro due di side. Molto forte contro RG Tron ma in generale contro mazzi tricolor fa sempre il suo lavoro, ovvio il suo utilizzo contro le manland nemiche.

3x Lightning Helix: e questi? Beh il lifegain non è mai abbastanza, e burn non è felice di vederla. Serve per aumentare le nostre spot removal contro mazzi che giocano molte minacce, soprattutto i primi turni quando noi facciamo un po piú di fatica.

1x Scavenging Ooze: dentro contro mazzi cimiterosi, ma comunque sempre molto utile, gia spiegata maindeck.

1x Engineered Explosives: possiamo settarla da 0 a 4, perché non giocarlo? Fa tutto ció che ci serve. Ricordiamoci se lo settiamo a zero di stare attenti ai nostri totteri e ai token fatti dalla nostra Voice of Resurgence.

1x Eidolon Of Rethoric: Qualcuno ha detto combo? Rule of Law con le gambe ci piace e tanto, ci da il tempo di stallare il board. Insieme a Worship fa cose importanti ad esempio contro Ad Nauseam. Ci piace molto.

1x Melira, Silvok Outcast: Eh no, il veleno non ci piace. Aggiusta molto il Match con infect che non è per niente rose e fiori.

NOTE: Come potete vedere dalla side utilizzata da Hoogland a Luisville, le nostre 15 carte sono molto variabili, quindi vi propongo un inserto su alcune carte da lui utilizzate che ci possono essere utili.

Sin Collector: ci piace molto fare scartino con le gambe contro combo, soprattutto a turno due dopo aver fatto Birds di primo.

Shriekmaw: è una removal a tutti gli effetti, inoltre possiamo farne recursion con Witness che non fa male.

Phyrexian Revoker: trick che mi piace molto, nomina qualsiasi cosa ci da fastidio. Griselbrand, Ugin e Ratchet Bomb che va tanto di moda.

Dismember: Removal agile da castare, in una lista che contiene anche il lone missionary la giochiamo anche volentieri.

 

Siamo arrivati alla fine, in conclusione possiamo dire che Kiki-Chord è un mazzo molto divertente se vi piace lo stile di gioco anche se certamente non semplice da manovrare, presenta sempre situazioni e scelte diverse ogni match e permette l’inserimento di numerosi slot personalizzabili per adattarlo al meta che pensate di trovare, quindi raramente annoia, anche se ha una curva di apprendimento piuttosto lunga per essere giocato al meglio. Detto questo vi consiglio veramente di provarlo e mi raccomando  FATEMI SAPERE COME VA!

Colgo l’occasione per ringraziare tutta i ragazzzi di Magic Titans che mi hanno accolto benissimo, in particolare il mitico Gianlu Bøøse, Nijo, Cici e i ragazzi del Dungeøn Street. Ovviamente un grazie gigantesco va anche all’ MTG King’s Cross, team della Garfagnana con cui ho iniziato a giocare davvero.

BUONA SCOMBATA A TUTTI E RICORDATE, CHI FA OCCHIO-MIMIC-MIMIC HA QUALCOSA DA NASCONDERE!

Conta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *