Modern Blue Moon by Mattia Manzon

Ciao a tutti lettori di MagicTitans e non, oggi il Titano Mattia Manzon vorrebbe parlarvi di un archetipo che ha rivisto la luce nell’ultimo periodo pre e post ban eldrazi, un mazzo già giocato in passato con discreti risultati e che anche ora può dire la sua con l’avvento di Shadows over Innistrad. Senza ulteriori indugi vi presento la mia personale lista di Blue Møøn!

Blue Magosi Moon by Mattia Manzon:

 

Creatures [8]

4 Snapcaster Mage

2 Thing in the Ice

1 Vendilion Clique

1 Pia and Kiran Nalaar

 

Lands [23]

4 Scalding tarn

4 Misty Rainforest

1 Polluted Delta

2 Steam Vents

2 Sulfur Falls

1 Desolated Lighthouse

8 Island

1 Mountain

 

Other Spells [29]

4 Serum Visions

4 Lightning Bolt

3 Remand

3 Spell Snare

2 Mana Leak

2 Cryptic Command

2 Electrolyze

2 Think Twice

1 Dispel

1 Roast

1 Burst Lightning

3 Blood Moon

1 Batterskull

 

Sideboard [15]

2 Negate

2 Anger of the Gods

1 Dispel

1 Grim Lavamancer

1 Vendilion Clique

1 Keranos, God of Storms

1 Spellskite

1 Izzet Staticaster

1 Roast

1 Hibernation

1 Hurkyl’s recall

1 Magma Spray

1 Pithing Needle

 

Per elaborare questa lista ho preso ovviamente spunto dai vecchi – ma soprattutto nuovi – modelli di questo mazzo, e analizzato il rendimento in tornei di più grande scala e importanza.

Partiamo con l’analisi delle creature:
4 Snapcaster Mage: niente da dire su questa carta, dove c’è blue si gioca lui e con fulmine lo ripeterò fino alla fine dei miei giorni: #fulminesnapcasterfulmine è una parola sola.

1 Vendilion Clique: la nostra fatina preferita se la gioca più o meno bene in ogni match-up, soffre solo un po’ vs lingering ma è un prezzo che siamo disposti a pagare almeno pre-side.

1 Pia and Kiran Naalar: carta molto bella a mio avviso e ampiamente sottovalutata, fa sempre vantaggio sul board, e non dimentichiamoci che contro quasi tutti gli archetipi dice la sua (vs abzan i totteri chumpclockano goyf che è un piacere e contro affinity/infect l’abilità attivata è un incubo).

2 Thing in the Ice: LA BOMBA che dà nuovo slancio al massimo, sinergizza benissimo con le 26 spells (esclusi ovviamente Blood Moon e Batterskull) che giochiamo e soprattutto quando flippa ci fa riprendere in mano solo cose belle, tra cui snap e cricca. È praticamente una chiusura se passa la notte e ci permette di fare un numero enorme di danni (es: flippa, riprendo snap ho fulmine faccio la nostra #parolinamagica attacco per 7 + 6 sono 13 danni a costo 4, non male davvero). Avrei voluto trovare veramente il 3° spot per questa carta che siamo sempre felici di vedere, ma per il momento non riesco a tagliare niente e mi sono accontentato delle due copie.

Per quanto riguarda il comparto terre ho seguito bene o male il trend delle liste di Blue Moon, preferendo giocarne 23 (con 9 fetch, anziché 22 con 8). Faro è sempre una bella carta e ci permette di sistemare le pescate, carta che conquista a voto pieno il suo slot.

Il comparto spell è il più ampio e più affascinante a mio modesto parere, partendo naturalmente dalle 3 nostre bellissime Blood Moon, incubo della maggiorparte dei mazzi a base bg, e contro alcuni combo come scape e ad nauseam, fa il suo lavoro contro infect anche se non brilla particolarmente contro merfolk o affinity.

Serum visions Vs Ancestral Visions : alla fine ho optato per la prima per 3 motivi:

1) si risolve praticamente sempre, a differenza di ancestral che viene letteralmente distrutta da remand, 2) in late game sono molto più contento di pescare serum piuttosto che ancestral e, last but not least, 3) con serum possiamo triggerare più velocemente il flip di thing in the ice, magari pescando la seconda sorcery o instant e/o sistemandoci le pescate successive. Insomma è una scelta del tutto personale dettata anche dall’abitudine e dalla familiarità che ho acquisito con questa carta, ma la preferisco di gran lunga alla neo sbannata. Niente vieta uno split, del tipo 3 serum/2 ancestral o viceversa, quella che propongo qui è la mia personale opinione e anzi vi chiedo di avallarla o controbattere a seconda dei casi.

Il comparto counter prevede le nostre 11 contromagie di base, praticamente lo scheletro del mazzo. Spell snare è quella che amo di più, ci permette di recuperare se siamo on the draw e toglie la maggiorparte delle minacce più fastidiose (goyf, melma, spellskite, anafenza, melira, blighted agent e chi più ne ha più ne metta), vince le counterwar e ci manca poco che faccia pure il caffè. Remand è la carta tempo per eccellenza, spezza tutto quello che ha sospendere o ha un cc più goffo del solito (dai 3 in su teoricamente, ma niente vieta di rimandare qualcosa a cc 2 o 1 se necessario – goyf/blighted agent/placca/ravager/overseer di secondo? No grazie).

Mana Leak e criptico sono le nostre hard counter, soprattutto la seconda che permette di fare un sacco di bei trick (riprendersi snap per poterlo rigiocare il turno dopo flashbackato etc, non sto a entrare nel coacervo delle sue mille applicazioni), e permettono di stallare la partita early o chiuderla in late (dove mana leak brilla di meno, ma c’è appunto l’aiuto di cryptic).

4 bolt / 1 Burst lightning / 2 electrolyze / 1 Roast fanno invece parte del nostro comparto “botti e removal”, non c’è molto da dire su queste carte universalmente conosciute, a eccezione magari di burst lightning che ho avuto modo di apprezzare notevolmente, in quanto ci permette di sfruttarla appieno sia in early che late game facendo (sempre in combinazione con snapcaster) danni enormi.

Batterskull è il nostro goffo cc5 che una volta sul board però cambia un po’ le cose, ci permette di equipparlo a praticamente tutto , da snap al tottero di Pia & Kiran e il suo effetto di lifelink + vigilance è sempre ben accetto. Non siamo felicissimi di giocarlo dove c’è abbondanza di Kolaghan’s command, e molto spesso va in panchina perché semplicemente troppo lento, soprattutto se siamo on the draw.

L’ultima spell di cui vorrei parlarvi nonché new entry è think twice, carta che mi è piaciuta molto fin da subito (ero indeciso se giocarla in un primo momento), si cicla benissimo a EoT e fa il suo vantaggio carte con flashback in qualsiasi punto della partita. Si merita a pieni voti il posto tra le nostre 60.

 

Sideboard:
Questa è forse la porzione di mazzo su cui ci sarebbe più da lavorare (e testare) , in quanto blu e rosso ci forniscono una gamma di scelta enorme su cosa impiegare. Trattandosi di un tempo/control deck prevalentemente, ho seguito le linee guida delle side affini e ho aggiunto un paio di carte come scelta personale e sempre opinabile.

Sicuramente promosse a pieni voti Keranos, god of storms, Izzet Staticaster, Negate, Dispel, Anger of the Gods, Spellskite, Cricca, Lavamancer e Roast (che avevo già impiegato in Splinter Twin/TarmoTwin e Rug Kiki); ho aggiunto alla lista delle 15: Hibernation, che ci aiuta vs i mazzi a base company, abzan e il nuovo rg stompy; Pithing Needle carta versatilissima per di più a CC1 e sempre utile, e per finire ho voluto aggiungere il tocco personale di Hurkyl’s recall non solo vs affinity, ma soprattutto per l’avvento e l’affermarsi di totteria (la combo riesumata dallo sban di Sword of the Meek e Thopter Foundry). Ci sarebbero potute essere altre carte, come magari il secondo Batterskull, o Relic of Progenitus o Shatterstorm/Vandalblast; insomma le scelte sono quasi infinite e questa è la mia personale interpretazione. Accetto volentierissimo consigli e commenti anche su questa parte.

Con questo è tutto, vi saluto e vi ringrazio del tempo che avete impiegato per leggere questa modesta guida offertavi dal Team Magic Titans. Per qualsiasi domanda/commento/considerazione/critica, sono più che lieto di rispondere alle vostre domande e/o dubbi.

Un abbraccio,

Mattia Manzon

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *