Gp Trial Modern con Abzan Midrange, report by Emanuele Randisi

Ciao a tutti Titani! Sono Emanuele Randisi e torno a scrivere per Magic Titans dopo il GP Trial Valido per il GP Bologna svoltosi al The Oracle di Fucecchio, nel quale ho ottenuto il secondo posto.
Da quando arbitro ormai le esperienze di gioco al di fuori dei tornei cittadini sono molto rare e il playtest mancava sicuramente, per questo ho deciso di portare uno dei mazzi che sono un  po’ uno dei miei cavalli di battaglia, ovvero Abzan Mid. La lista è quella classica:

Abzan Midrange by Emanuele Randisi

Maindeck 60 (60)
 Verdant Catacombs
 Marsh Flats
 Windswept Heat
 Overgrown Tomb
 Godless Shrine
 Temple Garden
 Woodland Cemetery
 Treetop Village
Stirring Wildwood
 Gavony Township
Forest
 Swamp
Plains
 Urborg, Tomb of Yawgmoth
Tarmogoyf
 Siege Rhino
 Noble Hierarch
 Scavenging Ooze
 Obzedat, Ghost Council
Tasigur, the golden Fang
 Lingering Souls
 Path to Exile
 Abrupt Decay
 Thoughtseize
 Inquisition of Kozilek
Maelstrom Pulse
 Liliana of the Veil
 Dismember

SIDEBOARD 15 (15)
Fulminator Mage
 Choke
 Kitchen Finks
Stony Silence
 Wrath of God
 Krosan Grip
 Celestial Purge
 Path to Exile
Sigarda, Host of Herons
Blood Baron of Vizkopa

La scelta del mazzo come ho detto in precedenza è abbastanza classica nel maindeck, con 3 Noble Hierarch di main che riescono a snellire una curva del mana solitamente goffa, inoltre ci consentono di lanciare magie dall’alto power level un turno prima ( Lingering souls a turno due, siege rhino a turno 3 e così via), anche se non me la sono sentita di inserire la quarta, in quanto in situazioni di stallo ed al topdeck non mi entusiasmano troppo. Il pacchetto creature\spell credo sia il più solido del modern, come ormai hanno ampiamente dimostrato tutti i BG based. Scarti, Rimozioni, Panzoni in quantità ci consentono di giocarcela al 50% con tutti. E poi…be’ devo parlare della scelta del CUORE.
La monocopia di Obzedat, Ghost Council è tantissimo tempo che volevo inserirla in maindeck, anche se giustamente si ritrovava sempre rimpiazzato da Batterskull prima, e da Blood Baron of Vizkopa poi. Questa volta però ho fatto saltare ogni schema, in quanto in questo periodo sto cercando di far abbassare il livello di competitività nociva che sta attraversando il nostro giochino preferito, dove il risultato vale più dell’esperienza di gioco e sociale in se, dimostrando che anche divertendosi e giocando carte strane si può fare un buon risultato, divertirsi e, perchè no, divertire l’avversario. E poi sono un Orzhov nell’animo, suvvia…
Oltreal fattore sentimentale si aggiunga un meta favorevole a questa carta, poche rimozioni secche,protezione da sorcery e pw, effetto drain e buzzo da 5\5…era da provare.

Dopo queste poche considerazioni….si inizia col report!

Come di solito avviene per la nostra comunità (quella Livornese) il torneo parte molto prima dell’inizio ufficiale, ovvero già dal ritrovo per le macchinate. Per tutto il tragitto fino alla location le nostre discussioni spesso e volentieri sono orientate già al torneo, a cosa troveremo, alle scelte fatte, sul perchè non siamo andati a letto presto la sera prima (lol).
Arrivati sul posto, salutati gli amici organizzatori , limati gli ultimi dettagli, compilate le decklist che tanto qualcuno si scorda sempre siamo pronti per iniziare:

Turno 1 vs Grixis Twin 1-2 (torneo 0-1)

Inizio contro un mazzo che dovrebbe stare al di sotto del mio l’80% delle volte, e così è in effetti per la prima partita. In secondo game un keep rischioso mi costa la vittoria, in quanto la non presenza di fetch col verde (avevo due acquitrino, dove la prima aveva preso palude base) non mi consente di giocare Maelstrom Pulse su una Blood Moon castata di terzo che chiuderà il game. Nella terza partita ci annulliamo a vicenda, ma io floodo e lui pesca pia e kiran nalaar. GG wp.

Turno 2 vs GR Tron 2-1 (torneo 1-1)

Avevo visto già giocare questo ragazzo al turno prima, e sapevo cosa giocava e della fatica immane che mi aspettava per spuntarla. Il primo game mi chiude senza troppi fronzoli, trono chiuso di terzo, Wurmcoil Engine e poi Ugin, the Spirit Dragon. In secondo e terzo game entra la mia vastissima sideboard che vedrò sempre. Stony silence mi da una mano enorme in entrambi i game e i Fulminator Mage completano l’opera, spianando la strada ad una agguerritissima Sigarda. L’ho spuntata.

Turno 3 vs Jund di Francesco Curia 2-0 (torneo 2-1)

Gioco contro un amico, giocatore di Jund di grande esperienza ed uno di quei giocatori che mi ha fatto avvicinare a questi colori. Presupponendo una grande presenza di Jund e Naya avevo scelto accuratamente Junk, in quanto mi da dei vantaggi notevoli sul piano delle creature (virtualmente irrimuovibili per jund, eccezion fatta per Terminate) ed un pacchetto removal migliore. In primo game la differenza la fanno le lingering souls, in secondo invece lui ha molta sfortuna col suo dark confidant, rivelando molte carte a cc alto.

Turno 4 vs Jund di Tommaso Magnoli 2-1 (torneo 3-1)

Altro amico di lunga data, in effetti eravamo un’invasione di livornesi a sto GPT…poco da dire su questo game, la prima la vince lui in scioltezza, la seconda io vedo la side di irrimuovibili (finks, barone ecc) e nella terza lui tiene una mano molto borderline, con solo una terra, che non vedrà per i successivi due turni. In compenso di quarto scende in campo il mio capitano Obzedat dandomi il vantaggio decisivo per la vittoria.

Turno 5 ID vs Merfolks di Jacopo Maniscalco (torneo 3-1-1)

Altro amico con cui condividerò la top8, si patta ed io entro come 3°. Alla fine del nostro gruppo ci saranno in top 6 giocatori su 8 (Randisi,Zuddas,Maniscalco,Mainardi,Magnoli,Martelli)

Quarti di Finale vs Jund di tommaso Magnoli

Io e Tommaso ci ritroviamo poco dopo, ma c’è poco da dire, i game sono la fotocopia del match precedente. Sull’uno pari lui tiene un’altra mano mancante di terre e lingering di secondo la portano a casa.

Semifinal vs Jund di Francesco Mainardi

Altro amico e compagno di macchinata, ci incontriamo nel tardo pomeriggio in quanto il suo quarto di finale era durato quasi un’ora e quarantacinque minuti. Già stanco dal match precedente, con un match up non semplice, la prima partita mulliga a quattro e nella seconda tiene una mano con poca qualità, consentendomi l’accesso in finale.

Finale vs Naya Company di Enrico Zuddas

Ed eccoci quindi arrivati alla finale, ennesimo amico e compagno d’avventure ritrovato durante il torneo. Ma anche mia nemesi personale visto che in 3 anni lo avrò battuto due volte, sempre con infect vs tron. Decidiamo di splittare il premio e giocare per i bye.
Perdo due a zero secco, in primo game ho fatto l’errore di giocare troppo safe, azzardando pochi attacchi nei primi turni, che col senno di poi avrebbero fatto più male a lui che a me. In seconda partita mulligo a 4 e qui c’è poco da aggiungere.

E così termina questa lunga domenica, tra risate e cartine. Nonostante la finale persa sono comunque soddisfatto in quanto penso di aver dato il massimo per tutto il torneo senza mai risparmiarmi con nessuno. Un sentitissimo ringraziamento va a tutta la comunità Livornese,a mio fratello Valerio, al collega Saverio Adamo , con il quale nei momenti di pausa ci siamo concessi anche due game Junk vs UW, e agli organizzatori, Gianluca Boose Cudia e Nijo!
Per ora è tutto, alla prossima!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *