Analisi colore Rosso in Battle for Zendikar by Matteo “Gnorilgrande” Venturi

Salve a tutti,

Chi vi scrive è il grossetano Matteo Venturi (aka Gnorilgrande) e in questo articolo analizzerò il colore rosso del nuovo set Battle for Zendikar in uscita il 2 Ottobre 2015.

Per alcune delle carte commentate qui sotto troverete anche una breve valutazione per il costruito, il voto è da intendersi comunque solo per la carta giocata in un formato limited.

La scala di valori che userò è la seguente:

5.0: Giocherò sempre questa carta. Punto.

4.5: Giocherò sempre questa carta, indipendentemente dal mazzo che ho.

4.0: Considererò fortemente il fatto di giocare questa come l’unica carta del suo colore.

3.5: Sono molto attirato verso il colore per questa carta.

3.0: Questa carta mi fa venire voglia di giocare questo colore.(Dato che sto giocando quel colore, gioco questa carta al 100%)

2.5: Alcune carte di questo livello mi invogliano in questo colore.(Dato che sto giocando quel colore, gioco questa carta il 90% delle volte)

2.0: Se sto giocando questo colore, di solito la gioco.(70%)

1.5: Questa carta troverà spazio nel Main Deck circa la metà delle volte.(50%)

1.0: Non mi fa piacere avere questa carta tra le mie 40.(30%)

0.5: Carta da side, o estremamente brutta.(10%)

0.0: Non giocherò mai questa carta.(0%)

__________________________________________________________________________________________________________________

Voto: 3,5

Volete seriamente altro da un pezzo a 4? è evasiva, attacca subito e rinasce dalle sue ceneri. Ovviamente se deve bloccare castatela in seconda fase principale…

Costruito: Non credo che troverà posto in t2, al momento il Thunderbreak Regent è sicuramente un drop migliore.

Voto: 2,5

Il formato non sembra dei più veloci, quindi sicuramente se questo coso riesce a sopravvivere almeno 1 turno farà parecchi danni.

Voto: 3,0

La classica mucca con le ali dal testo lungo che potrebbe fare dei seri danni nel late game di una partita limited. Sicuramente più adatta ad un Sealed che ha un draft, ma sempre da giocare.

Voto: 3,5

Un ottimo cavallo che mena e può fare i danni finali. Da giocare!

Voto: 3,5

Il più classico dei pyroclasmini. Sfruttatelo a dovere e vi darà un discreto vantaggio.

Costruito: I tempi di Anger of God sono finiti, si giocherà anche questo, ma è probabilmente il peggiore sweeper rosso degli ultimi anni

Voto: 2,5

Costa infinito più 1, ma  se risolve con tre target controllati dall’avversario avete, quasi sempre, vinto. Purtroppo il non poterlo lanciare senza tre target (o doverlo lanciare targettando pezzi da noi controllati) la rende a volte inutilizzabile. I tempi di Sea God’s Revenge sono passati da ormai 2 anni….

Voto: 2,0

Se giochiamo parecchi trick/potenziamenti istant può fare cose carine, ma non voglio dover giocare 5 giant growth per sfruttarla a dovere. Il più delle volte sarà un 3/3 a costo 4. Da notare che si tratta di un Alleato.

Voto: 2,0

I Drop a 2 con stats 2/x si giocano quasi sempre, questo ha pure un abilità, quando gioco delle montagne lo gioco.

Voto: 1,0

Da solo risulta una carta abbastanza stupida, in un ally.dek guadagna 0.5-1 punto sulla valutazione. Rimpiangiamo tutti insieme Akoum Battlesinger.

Voto: 0,0

Spero di essere dal lato del tavolo opposto al vostro quando la lancerete!

Costruito: Upgrade notevole di Sowing Salt, il costare un mana specifico in meno la rende splashabile molto più facilmente. Vedo tempi duri per le terre di urza…

Voto: 3,0

Questo omino potrebbe facilmente sbilanciare le race, fatto in un ipotetico board di 3 pezzi contro 3 pezzi dà imbloccabile a 2 creature. Veramente ottimo.

Voto: 1,0

Penso che fare un mazzo full colorless non sia facilissimo, quindi, almeno di averne un paio e vederle sempre insieme non credo si giocherà. Fare solo 1 danno a spell a late game potrebbe essere abbstanza marginale.

Costruito: Se URTopters t2 rinascerà in qualche nuova forma (anche se senza Ensoul Artifact e ornitottero), potrebbe avere gioco. Comunque non ci scommetterei particolarmente.

Voto: 2,5

Necessità di avere almeno 5-6 carte con ingest, ma risulta essere un ottimo removal.

Voto: 2,5

La carta è veramente interessante, permette di vincere la race anche quando stiamo floodando.

Costruito: Potrete finalmente uccidere il vostro avversario con sakura tribe-elder e scapeshift se vi hanno fatto fuori le valakut! :trollface:


Voto: 4,0

Comet storm era sicuramente più forte, ma questa carta farà vincere molte molte partite. Fortissima.

Voto: 2,5

Drop a 3 che risulta particolarmente intelligente se giocato in curva!

Voto: 2,0

2 mana in più per usarlo in combat avversario è probabilmente troppo… Act of Aggression era decisamente meglio! Quando riuscirà a fare 2×1 vi farà godere decisamente, ma spesso ruberà un eldrazi che verrà bloccato da una sua progenie.

Voto: 1,5

Il colore rosso ha solo 5 creature con devoid, quindi per sfruttarlo bene ha bisogno di essere giocato insieme ad un altro “colore incolore”. Resta il fatto che è molto solido, e che è l’unico pezzo con Ingest rosso che permette di lanciare Processor Assault.

Voto: 0,5

Almeno che l’avversario sia pieno di x/1 (magari per via di una progenie di Eldrazi Spawn) difficilmente sarà utile. Il secondo effetto è troppo overcosted per quello che lascia sul tavolo.

Voto: 2,5

Ottima evoluzione di uno Shatterskull Lippi (cit.)! Nel rosso la gioco sempre.

Voto: 2,0

Per la media di questa edizione la carta è quasi forte.

Voto: 1,5

In un mazzo draft aggro può dire la sua nonostante si porti dietro tutte le note sfighe delle auree.

Voto: 1,0

Il drop è solido, ma necessità di un mazzo con molti devoid per renderlo veramente utile.

Voto 3,0

Un orzo grizly whit benefits, lo gioco sempre se ho delle montagne fra le mie 40 carte!

Voto: 3,0

Un buon drop a 3 con delle abilità, mi ricorda Lobber Crew che ha suo tempo mi ha dato molte soddisfazioni.

Voto: 2,5

Il classico drop a 4 del rosso che viene sempre giocato, il bonus relativo agli Ally questa volta è meno importante, lo gioco comunque anche se non è a tema.

Voto: 3,0

Il più delle volte sarà uno Shock su una creatura. Ovviamente lo giochiamo sempre.

Voto: 1,0

Bruttino se non seguito da qualche altro patriota.

Voto: 2,5

Un ottimo drop a 5 per il rosso. Essendo anche un alleato può ottenere qualche bonus che lo rende anche più furbo.

Voto: 2,5

Un trick veramente forte che permette ad  uno stupido goblin (senza offesa per i goblin all’ascolto) di uccidere un eldrazi gigante senza farsi male.

Voto: 2,5

Removal per tirare giù quasi tutti i pezzi del formato

Voto: 3,0

Ghostfire sorcery, ma con il bonus di esiliare l’eventuale creatura colpita dai tentacoli di questo eldrazi.

Voto: 2,5

Gioco quasi sempre questo drop a 3, può fare qualcosa in curva e a late game potrebbe vincere da solo mentre controlliamo il board.

Voto: 2,0

Sicuramente un drop solido, lo gioco spesso. Uno dei pochi devoid del colore, quindi da giocare per le sinergie che si porta dietro.

Voto: 0,0

A discapito di parte del nome, sta carta è ottima per fare da segnalibro.

Voto: 2,5

Chiudiamo con un ottimo pezzo, di base un 2/2 a 3 non entusiasma, ma il fatto che sia quasi sempre un 4/4 attaccante di turno 4 me lo fà apprezzare molto.

__________________________________________________________________________________________________________________

 

Concludendo il colore è nella media, non ha niente di veramente esaltate, ma presenta un buon numero di removal e sembra essere una scelta solida per questo limited.

La carta che voglio sicuramente aprire per vincere un draft giocando rosso è questa!

Buon pre-release a tutti, io, forse, lo giocherò domenica prossima in quel di Livorno dal buon vecchio Massimo “Zio Istvan” Castelli!

 

p.s.: ringrazio l’utente fiffo per la segnalazione di un palese errore sulla valutazione della carta Turn Against.

4 pensieri riguardo “Analisi colore Rosso in Battle for Zendikar by Matteo “Gnorilgrande” Venturi

  • 21 Settembre 2015 in 17:38
    Permalink

    “1” a turn against mi sembra veramente assurdo, visto che in scenari neanche troppo assurdi espone l’oppo a un due per uno devastante, in altri scenari può essere un removal + lifegain, e in caso di una draw aggro del nostro mazzo può permettere di chiudere rubando magari un eldrazi con cui oppo aveva stabilizzato. Una carta con possibilità di upside devastanti E che è buona sia quando sei dietro che quando sei avanti, non può avere un voto del genere!

    Risposta
    • 21 Settembre 2015 in 18:00
      Permalink

      il voto è sicuramente basso per quell’act of treason istant, ma il voto si può alzare solo se usato per fare 2×1, cosa che non farà sempre facilmente. Usarlo per rubare un singolo eldrazi a costo 5 mana e attaccarci dentro un qualsiasi chumpblocco non mi sembra fortissimo.
      valutando comunque bene il tutto alzo la votazione a 2.0, non me la sento di dargli di più.

      Risposta
      • 21 Settembre 2015 in 20:51
        Permalink

        Non si farà sempre facilmente un 2×1? Quanto spesso accade che l’oppo attacchi con almeno due creature? Ogni volta che lo farà il 2 x 1 è molto probabile, e comunque una delle due muore sicuro e l’attacco è stato neutralizzato (si bloccano a vicenda). Se poi attacca con più di 2 creature è un disastro epocale perché due si ammazzano a vicenda e tu sei libero di bloccare le altre in gruppo come meglio credi. Sballa qualsiasi calcolo. Il power level è paragonabile a quello di Master Warcraft..

        Risposta
        • 22 Settembre 2015 in 10:10
          Permalink

          ho decisamente sbagliato a valutare questa carta, mi ha tratto in inganno il dover stare open di 5 mana per più turni per usarla al momento più opportuno.

          Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *