Ajani, Avversario dei Tiranni: Una Panoramica. by Giovanni Postorino

Salve a tutti amici di Magic Titans, finalmente trovo il tempo per scrivere un nuovo articolo tra un impegno e un altro. Nelle ultime settimane sono stato fin troppo lontano dalle beneamate cartine magiche, ma per fortuna sono riuscito a ritagliare un pomeriggio da passare in allegra compagnia e provare le nuove carte di m19 in occasione del Pre-Release @Dungeon Street di Pisa. Devo ammettere di essere stato parecchio fortunato in quanto il pool di carte sarebbe stato abbastanza difficile, se non fosse stato per le ultime due sbustate: Ajani, Adversary of Tyrants e Bone Dragon. Fino a quel giorno avevo visto veramente pochissimo della nuova espansione e sono stato piacevolmente sorpreso dalle abilità delle due carte. Bone Dragon è fenomenale e mi ha aiutato in parecchie situazioni, ma rimane comunque una carta pensata per il Limited con qualche recondita possibilità in standard. D’altro canto, il Planeswalker bianco per eccellenza, ha già varcato la soglia che separa una bomba in Limited dai formati Costruiti. A solo pochi giorni dall’uscita dell’espansione si può notare Ajani in varie liste standard, e purtroppo ancora solo qui. Oggi vorrei provare con voi a trovare una casa al non esattamente docile gattino antropomorfo, partendo da una panoramica dello standard ma cercando di focalizzarci nel formato delle creature a cc2, il Modern. Immagino ci siano già state parecchie analisi molto più accurate di quella che seguirà, mi dispiace non averle lette e non potervele citare. Nonostante tutto proverò anche io a darvi la mia idea in merito, un punto di vista in più non può che essere costruttivo.

Step 1: Analisi

Card Name: Ajani, Adversary of Tyrants

Mana Cost: 2WW ; Converted Mana Cost: 4

Types: Legendary Planeswalker — Ajani

Card Text:

+1: Put a +1/+1 counter on each of up to two target creatures.

2: Return target creature card with converted mana cost 2 or less from your graveyard to the battlefield.

7: You get an emblem with “At the beginning of your end step, create three 1/1 white Cat creature tokens with lifelink.”

Loyalty: 4

Innanzitutto, il costo di mana. Quattro è un numero al quale siamo particolarmente abituati di questi tempi per i planeswalker, Gideon sopra tutti. Un costo classico anche per i vari Ajani, ad eccezione di Ajani, Caller of the Pride, Ajani, Mentor of Heroes ed Ajani Unyielding. In ottica Tipo 2 il costo convertito non dovrebbe essere un grosso problema, anzi arriva probabilmente al punto giusto di molte curve. Per questo, a mio avviso, va dato credito alla Wizard. Un Planeswalker a costo troppo elevato risulta ingiocabile, uno troppo economico risulta invece ingestibile. Quello che mi preme sottolineare è la necessità di doppio bianco specifico. WW ha implicazioni molto diverse a seconda di che formato e Metagame si vuole analizzare. Nel T2 dominato da Gideon, Ally of Zendikar sembrava quasi non essere un problema avere consistentemente doppio bianco alla quarta terra ad esempio. Pensando ad archetipi non monocolori che riescono in questo compito in Modern con la stessa frequenza, mi vengono in mente solo GW Value (l’archetipo di Todd Stevens per intenderci) e UW control. Paradossalmente, il tipo 2 sembrerebbe un terreno più adatto per lanciare magie con costo di mana specifico intensivo, quantomeno se si parla di bianco.

Le abilità mi sembrano chiaramente indirizzate a mazzi con elevata presenza di creature. Il +1 è l’ultima abilità che voglio discutere perché a mio avviso è molto dipendente dalla seconda abilità e dalla composizione del mazzo. Il -2 ricorda moltissimo Renegade Rallier, con la grande differenza della restrizione alle sole creature. Renegade Rallier è stata una carta fortemente orientata per il modern, eppure il suo gioco è stato limitato a pochi archetipi poco vincenti: Naya Landfall, Revolt Zoo ad esempio. La grande forza dell’attivista è quella di poter ripresentare carte “auto-win” contro molti archetipi, (Stony Silence, Rest in Peace) o comunque permanenti molto pericolosi da affrontare due volte (Qasali Pridemage, Tormod’s Crypt). La sua grande debolezza è stata quella di necessitare una architettura apposita dell’intero mazzo per poter funzionare con sufficiente affidabilità. Personalmente ritenevo un pacchetto di 10-12 Fetch fosse sufficiente per sfruttarne a pieno le potenzialità ma, senza fare i conti con la statistica, empiricamente ho scoperto non essere troppo performante. In tal senso, Ajani risolve il problema dell’attivatore di rivolta. Questo lo renderà sicuramente molto più giocabile in standard rispetto all’ Attivista Rinnegato. Il problema che si pone con Ajani è la limitazione alle sole creature. Questo farà perdere parte del suo fascino in formati come il modern in cui alcune partite vengono decise da un singolo permanente che solitamente risulta essere un incantesimo o un artefatto.

La Ultimate è palesemente molto forte. Non risolve dal nulla una partita, ma impone parecchia pressione all’avversario che dovrà fronteggiare una bomba ad orologeria e contemporaneamente risolvere le parecchie creature che ci si aspetta da un mazzo che include Ajani, Adversary of Tyrants.

A questo punto sono pronto ad affermare che il +1, l’abilità che ci troveremo più spesso ad attivare se il viaggiatore di piani rimane in vita, è un’arma a doppio taglio. Supposto di avere una certa pressione sul campo di battaglia, questa abilità ci consente di chiudere più velocemente la partita, magari prima che il nostro avversario peschi l’indesiderabile Verdetto Supremo. Inoltre, è molto utile per uscire da noiosi stalli che un mazzo creaturoso non vuole mai vedere possibilmente. Se, viceversa, non abbiamo nessuna minaccia che punti al nemico, questa abilità è estremamente diversa allo 0 di Gideon. Come ormai specificato in innumerevoli articoli, una caratteristica fondamentale di un planeswalker vincente è quella di riuscire a proteggersi autonomamente in modo tale da rappresentare forte pressione. Liliana of the Veil è il classico esempio di come un Planeswalker può proteggersi in maniera non convenzionale (mettendo una pedina). La prima abilità dell’ultimissimo Ajani fallisce in questo. E qui mi riconduco al motivo per cui ho voluto affrontare questa abilità per ultima. Distribuire due segnalini +1/+1 su fino due creature risulta tanto più forte quanto più resilienti sono le creature che riusciamo a rianimare il turno in cui risolviamo Ajani. Dovendo ridurre a metà il numero di segnalini fedeltà per riottenere la defunta creatura in campo, uno scenario di “rimozione a fine turno-avversario attacca a morte Ajani “risulterebbe devastante in quanto avremmo sostanzialmente sprecato il quarto turno. Questo è tanto più valido quanto più le rimozioni sono dipendenti dal costo di mana della creatura rianimata (Fatal Push su tutte). Per queste motivazioni ritengo che Ajani non sarà particolarmente performante in mazzi in cui le creature rianimate hanno una forza relativa molto bassa (White Weenie ad esempio) ma potrà essere molto forte qualora l’orsacchiotto riportato in vita sia una spina nel fianco per l’avversario (Thalia, Guardian of Thraben magari).

Il numero di segnalini fedeltà che il reparto ricerca e sviluppo Wizard ha deciso di assegnare al felino ritengo sia perfetto in relazione al costo delle abilità. Tre (o peggio due) sarebbe risultato nell’ingiocabilità della carta. Con cinque o più si sarebbe rischiato di stampare una carta troppo forte e difficile da gestire.

Step 2: Contestualizzazione

Attualmente, per quanto riguarda lo standard, si riscontra la presenza dell’avversario dei tiranni in archetipi quali BW knights ( o monoW), GW gatti, BW midrange. L’ultimo archetipo è quello che più mi sembra possa avere un futuro. Di seguito riporto la lista 5-0 su MTGO dell’utente mommon.

BW Knights

Mainboard: (60)
Kitesail Freebooter
Knight of Grace
Knight of Malice
Lyra Dawnbringer
Walking Ballista
Cast Out
History of Benalia
Cast Down
Fatal Push
Concealed Courtyard
Ifnir Deadlands
Isolated Chapel
Plains
Shefet Dunes
Swamp
Ajani, Adversary of Tyrants
Gideon of the Trials
Sideboard: (15)
Angel of Sanctions
Plague Mare
Ruin Raider
Shield Mare
Arguel’s Blood Fast
Ixalan’s Binding
Duress

Il planeswalker è stato adottato addirittura in quattro copie. Questo mazzo è un classico midrange che può strappare partenze abbastanza veloci e in curva, ma che non si spaventa di tirarla per le lunghe. Ajani sembra calzarci benissimo in quanto può recuperare dal cimitero uno dei due cavalieri che sono complementari tra loro. Nonostante non ci siano troppi bersagli per il -2 (“solo” 12), vanno notate alcune sinergie importanti. La prima, già citata, quella di riportare il cavaliere opportuno per fornire bonus ad entrambi. La seconda è quella che rende questo scenario una situazione molto difficile da fronteggiare per l’avversario. Immaginiamoci un Kitesail Freebooter di secondo turno che prende la rimozione più conveniente all’avversario per poi morire da un’altra eventuale rimozione durante il terzo turno. Ajani, riportando in vita il Freeboter permettere di togliere quella che presumibilmente è l’ultima rimozione in mano dell’avversario e ci consente di avere un 1/2 volante e un planeswalker in gioco che dominano su un board che l’avversario difficilmente è riuscito a occupare dovendosi confrontare con le nostre minacce. In caso l’avversario abbia ulteriori rimozioni queste andranno comunque sul Freebooter, occupando tempo e risorse e lasciando a noi il tempo di sviluppare il gioco e mettere sempre più pressione grazie al +1 di Ajani. Un’altra sinergia, non da sottovalutare è quella con Walking Ballista. Non sempre si trovano bersagli ottimi per sfruttare i segnalini bonus di Ajani. Questo deck è perfettamente allestito per sfruttarli al meglio. I cavalieri a costo 2 sono ottimi bersagli grazie ad attacco improvviso, Lyra Dawnbringer grazie ad essere mastodontica di per sé. Ballista mobile è quella creatura che ti permettere di sfruttare un eventuale segnalino “morto” su un Freebooter e trasformarlo in un danno. Una ulteriore sequenza vincente del mazzo è History of Benalia– Ajani. L’incantesimo, producendo due token, rimane virtualmente fuori da rimozioni singole. Questo consente di utilizzare subito il +1 per costruire un board con una coppia di cavalieri 3/3 cautela e un planeswalker da 5 punti fedeltà. Ovviamente, niente di segreto da approfondire sulla Ultimate che aumenta notevolmente la pressione già applicata dalla natura del mazzo e consente di avere un late game molto forte in situazioni di stallo o contro rimozioni di massa.

Affrontata la situazione in standard, subito imposto i filtri del motore di ricerca per ottenere le liste contenti Ajani, Adversary of Tyrant in modern. ZERO RISULTATI TROVATI, nulla di sorprendente. Nonostante la non recentissima uscita che potrebbe giustificare la mancanza di rodaggio, la carta non sembra avere il livello di potenza da imporsi in un formato così definito e vasto. I motivi sono principalmente l’alto costo di mana in relazione al tipo di gioco del modern, la presenza di una concorrenza importante nella curva di ogni mazzo che può desiderare di giocare un planeswalker a costo 4, la reazionarietà dei giocatori di modern, specialmente verso carte a costo specifico intenso. Come già detto, nulla di sorprendente. Quello che forse può apparire sorprendente è quanto io sia convinto che questa carta possa avere diversi collocamenti nella scena modern. Proprio per questo voglio brevemente proporvi le mie idee che mi auguro verranno attivamente e costruttivamente criticate.

Step 3: Sviluppo

Spero che dopo diversi articoli abbiate un pochino capito quanto mi piacciano quelli che io definisco aggro-midrange deck. Come spesso accade, la prima idea che balza nella mia mente vedendo un nuovo animale da zoo è Naya. In particolare, credo questo tipo di gattaccio si possa trovare molto a suo agio in un contesto con 4-5 acceleratori di mana, un imponente numero di creature a costo 2 e più di quattro fulmini come rimozioni/fonte di danno diretto. Un po’ di tempo fa vi parlai di Naya Elfa (qui il link) , l’idea di Main Deck che vi propongo oggi ne è sostanzialmente una rivisitazione.

Ajani Zoo

Mainboard: (60)
Noble Hierarch
Birds of Paradise
Wild Nacatl
Scavenging Ooze
Qasali Pridemage
Mirran Crusader
Knight of the Reliquary
Bloodbraid Elf
Tarmogoyf
Lightning Bolt
Path to Exile
Lightning Helix
Arid Mesa
Wooded Foothills
Windswept Heath
Stomping Ground
Temple Garden
Sacred Foundry
Forest
Plains
Horizon Canopy
Kessig Wolf Run
Ajani, Adversary of Tyrants

Il deck si propone come quello che mi è stato riferito essere un postorino.deck (molto lusingato, ma il merito di questa mia passione va a Paul Rietzl). Creature per una aggressione nei primi turni di gioco, rimozioni efficienti e versatili, chiusure incisive e ripartenze (elfa, ajani) che ci consentono di non essere mai totalmente morti da un Verdetto Supremo. Credo Ajani dia una nuova dimensione al mazzo in quanto agisce quasi come una Bloodbraid elf, mettendo due pezzi, ma sia meno aggressivo e più protendente a partite più lunghe. Inoltre, il +1 può essere sfruttato molto bene per trasformare una Gerarca Nobile poco utile al decimo turno in una creatura progressivamente di tutto rispetto, oltre a potenziare Tarmogoyf già grossi di loro ma ora capaci di vincere i corrispettivi avversari. Spoiler alert: Mirran Crusader diventa ingestibile molto presto. La singola copia è dovuta al fatto che il problema di questo genere di mazzo è l’essere troppo onesto nei confronti dell’avversario. Poco importa dei nostri planeswalker se l’avversario passa 25 minuti di turno per trovare una Bombarcana di Pirite e il modo di farcela esplodere in faccia infinite volte. Tuttavia, Ajani può essere un’arma vincente in match d’attrito come Mardu Pyromancer, Jund, Jeskai control.

Rimanendo nell’ambito dei mazzi “fair”, un altro archetipo che potrebbe molto ben usufruire di Ajani è Abzan. In varie liste ho recentemente riscontrato la tendenza ad usare sia di Side ma anche di Main Gideon, Ally of Zendikar. Ajani, a mio avviso, potrebbe ricoprire un ruolo analogo se non addirittura migliore, specialmente per chi predilige Gerarca Nobile come drop a 1. È vero che Lingering Souls e Gideon sono diventati molto amici nel tempo, ma è anche vero che Tarmogoyf è solitamente molto paffuto già prima del quarto turno. Uno dei punti di forza delle creature di Abzan (Tarmogoyf, Scavenging Ooze, Grim Flayer) è quello di non soccombere da Fulmine. Con la stampa di Fatal Push il paradigma di resilienza delle creature di BGx midrange ha subito un duro colpo. Il nuovo Ajani potrebbe restituire vigore all’archetipo Abzan. In tutta sincerità non mi sento in grado di fornirvi una lista completa dell’archetipo in discussione. Lascio questo compito a giocatori più esperti di me ed appassionati dei colori WBG (pressate su Gianluca Boose nei commenti, son sicuro che prima o poi risponderebbe).

Finora abbiamo discusso su come utilizzare il nuovo gingillo Wizard senza peccare di esuberanza. Grave errore se ci si vuole approcciare al moderno modern. Oggigiorno le combo devastanti la fanno da padrone e bisogna adeguarsi se si vuole sopravvivere. Per questo vi propongo una lista di Counters Company che penso possa soddisfarvi.

Ajani Counters Company

Mainboard: (60)
Birds of Paradise
Devoted Druid
Duskwatch Recruiter
Eternal Witness
Kitchen Finks
Murderous Redcap
Noble Hierarch
Spellskite
Viscera Seer
Vizier of Remedies
Walking Ballista
Chord of Calling
Collected Company
Blooming Marsh
Forest
Gavony Township
Godless Shrine
Horizon Canopy
Overgrown Tomb
Plains
Swamp
Temple Garden
Verdant Catacombs
Windswept Heath
Ajani, Adversary of Tyrants

Tutto quello che ho fatto è stato copia-incollare la lista più quadrata che ho trovato in rete in una breve ricerca, cancellare un Eternal Witness e un Viscera Seer (dai, forse 3 son troppi) per aggiungere due copie del protagonista di oggi. Ho appositamente cercato la Main più solida e indirizzata verso la combo possibile perché ritengo che Ajani possa essere veramente fastidioso da trattare se aggiunto alla ridondanza di copie e di due combo presenti. L’idea di Ajani in un contesto del genere non mi appartiene propriamente ma è stata già da tempo discussa in vari forum (personalmente ho letto una discussione su Reddit ma ne ho viste anche altre). Devo però trovarmi d’accordo con chi afferma che possa essere una buona trovata, quantomeno da meritarsi una chances. In questo mazzo Ajani funge da doppio Reanimate, ma con la possibilità di diventare un mini Gavony Township se si presenti la necessità di chiudere la partita per vie più ortodosse.

Concludo questo articolo con qualche considerazione. Vorrei porre particolarmente peso ed attenzione sulla questione doppio mana bianco. I mazzi proposti sono tutti capaci di supportare senza troppo impegno questo carico, nella lista di Naya è stata addirittura sostituita una copia di Ghost Quarter in favore di una seconda pianura. Per quanto sia divertente cimentarsi nel costruire mazzi, è equivalentemente terribile non riuscire a lanciare le proprie magie. Quello che gli americani definiscono Mana Screw è spesso associato al termine sfortuna, quando invece è molto spesso figlio di una non adeguata fase di costruzione. Un’ultima considerazione la rivolgo all’ironia. Quanto è ironico voler a tutti i costi inserire in un mazzo fair una carta denominata Avversario dei Tiranni, se il formato è tiranneggiato da combo indomabili e sinergie sbagliate fino al midollo? E quanto è ironico il fatto che probabilmente l’Avversario dei Tiranni possa essere decisamente più performante a servizio degli stessi che afferma di combattere?

Grazie mille se avete letto l’articolo, spero vi sia piaciuto e che lo consiglierete ad amici e parenti. Penso sia tutto per oggi e, probabilmente, per l’estate. Buone vacanze amici di Magic Titans, passatele pensando a nuove brews e condividetele nei commenti se ne avete voglia!

Giovanni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *